Monsignore visita Bossi

Varese – Il "Cappellano" di Montecitorio dal senatùr. E' la prima visita di un esponente della chiesa dopo la polemica dell'otto per mille

Monsignore visita Umberto Bossi. Nulla di strano, se non ci fosse stata la dura polemiche del leader leghista contro l’otto per mille alla chiesa cattolica. Ma per Rino Fisichella, “cappellano” di Montecitorio, teologo e rettore della Pontificia università lateranense, si è trattato solo di una visita di un sacerdote venuto a dare un po’ di conforto, nulla di più.
Monsignor Fisichella, considerato anche il braccio destro del cardinal Ruini, presidente della Conferenza episcopale italiana, è passato dall’ospedale di Varese due giorni fa, ma la notizia si è appresa solo oggi.
Nonostante si tratti solo di una visita privata – Fisichella si trovava in Lombardia per un ciclo di conferenze – il passaggio del prelato è stato interpretato anche come un segnale di disgelo della chiesa cattolica verso il leader della Lega Nord.
Le condizioni di Bossi sembrerebbero migliorare. I medici starebbero diminuendo i dosaggi dei farmacie e si prevede che il ministro possa essere svegliato forse giovedì. Secondo alcune indiscrezioni, i familiari starebbero già cercando un luogo per la riabilitazione in Brianza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.