Pedemontana, sì di Villa Recalcati al progetto preliminare

Varese – La giunta approva anche lo studio per il collegamento collegamento Gazzada-Gaggiolo

Sì “condizionato” della Provincia al progetto preliminare e allo studio di impatto ambientale per Pedemontana e collegamento Gazzada-Gaggiolo. L’ok, con la richiesta di alcune integrazioni e modifiche, viene dalla Giunta di Villa Recalcati nell’ambito della procedura per l’espressione dei pareri dei territori interessati. «Si tratta di opere di carattere strategico per Varese e la sua Provincia – conferma l’assessore provinciale alla viabilità Carlo Baroni – e su questa valutazione non ci sono e non ci possono essere dubbi o perplessità. Che il sistema Pedemontano e lo sviluppo della tangenziale di Varese con il braccio che collegherà Gaggiolo all’autostrada siano opere fondamentali per la nostra mobilità mi pare un dato di fatto ormai assodato. Si tratta a questo punto di chiarire alcuni aspetti che non ci sembrano in linea con quanto osservato dalla Provincia e dai Comuni interessati». Osservazioni e dubbi ripresi anche dalla delibera che dà il proprio sì al preliminare. «Il progetto – si legge nel documento – avrebbe dovuto rispettare le indicazioni del documento di indirizzo e ogni difformità deve avere puntuale e circostanziata motivazione oltre al riscontro positivo dei comuni interessati dalle modifiche». Una critica? «No – chiarisce Baroni – semplicemente il richiamo a maggiori attenzioni in almeno tre diverse circostanze, due legate all’asse per Gaggiolo, una alla Pedemontana vera e propria». Punti interrogativi che ci sono nel primo caso a Ponte di Vedano e a Cantello, nel secondo, per l’asse pedemontano, per la zona compresa fra Cislago e Gorla. «Su Ponte di Vedano abbiamo qualche rilievo da muovere perché non si rispettano completamente i collegamenti presenti. A Cantello non viene presa in considerazione l’ipotesi di un accesso da e per la futura linea ferroviaria fra Arcisate e Stabio che transiterà da Gaggiolo. Per la Pedemontana – spiega ancora Baroni – nell’area di Cislago-Gorla riteniamo ci sia una invasione troppo consistente dei territori rispetto alle indicazioni fornite dai comuni». Osservazioni che sono già state formalizzate nell’atto di trasmissione alla Regione Lombardia, atto che contiene appunto il parere favorevole al progetto preliminare ma che chiede al tempo stesso il rispetto delle osservazioni avanzate da Provincia e Comuni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.