Piscina, i guai finiscono in consiglio comunale

Mancate manutenzioni, indagini rinviate, ascensori guasti e un crollo. I Ds chiedono al Comune di intervenire sull'impianto di via Copelli

Mancate manutenzioni, indagini continuamente rinviate, ascensori guasti e persino un crollo. Con un’interrogazione del consigliere Mirabelli (Ds), giunge all’attenzione del Consiglio comunale la difficile condizione in cui si trova la piscina comunale "Fausto Fabiani" di via Copelli.
L’impianto sportivo, dal 1998 in concessione all’associazione Varese Olona Nuoto (VON), lamenta numerose carenze a livello di manutenzione sia ordinaria che straordinaria. Un’indagine statica che doveva affrontare la delicata questione delle travature centrali, prevista per lo scorso primo dicembre, non ha mai avuto luogo, mentre il responsabile della VON, signor Walter Fisco, ha ammesso che l’elevatore per i disabili crea continuamente problemi. Ciliegina finale, pare che un anno e mezzo fa si sia verificato addirittura un piccolo crollo dell’edificio nei pressi della biglietteria.

Oltretutto i problemi non si fermano alle strutture, anche le attrezzature ordinarie versano in cattive condizioni. Armadietti, docce, attaccapanni e cabine appaiono malmessi, la situazione negli spogliatoi non è certo delle migliori.
Mirabelli chiede dunque al Comune di farsi carico degli interventi che gli spettano (manutenzione straordinaria) e di adoperarsi affinché la società sportiva VON provveda agli interventi manutentivi ordinari: «E’ molto grave che la piscina principale della città versi in condizioni del genere nel disinteresse dell’Amministrazione comunale. Oltretutto la concessione alla Varese Olona Nuoto è scaduta e si deve ancora decidere se rinnovarla oppure no, in questo momento vi è quindi anche un vuoto amministrativo che rischia di aggravare la situazione». Il consigliere diessino punta il dito anche contro le tariffe dei corsi della piscina: «Presso l’impianto di via Copelli si svolgono numerose attività, dall’acquaticità neonatale ai corsi per adulti, dove per iscriversi bisogna pagare una cifra spropositata rispetto al servizio offerto».
 
Il mese scorso avrebbe dovuto tenersi una Giunta tematica sugli impianti sportivi della città, poi misteriosamente saltata. Forse sarebbe il caso di convocarla nel giro di breve tempo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.