«Promesse non mantenute» Riesplode la crisi di Azzurra Air

L'azienda si era impegnata a pagare gli stipendi il 24 febbraio. Oggi protesta davanti alla sede

Un centinaio di dipendenti di Azzurra Air sta protestando, da questa mattina, davanti alla sede gallaratese dell’azienda. I lavoratori lamentano il mancato pagamento degli stipendi, che era stata annunciato, durante l’ultimo incontro con i sindacati, per il 24 febbraio.
L’erogazione degli stipendi di gennaio, comprensivi di oneri per il ritardato pagamento e anche quello degli stipendi di febbraio, previsto per il 5 marzo, erano parte di un verbale sottoscritto da azienda e sindacato, dopo la riunione del 16 febbraio. In quella occasione i vertici dell’azienda avevano fornito rassicurazioni su una ricapitalizzazione della società e sulle strategie per rilanciare la compagnia
L’annuncio fatto era quello di puntare tutto sui charter, con l’arrivo di cinque nuovi Airbus, ma anche di contenere i costi del personale con dei tagli.
Il mancato rispetto dell’impegno al pagamento degli stipendi riapre la crisi e crea gravi incertezze sul futuro dell’impresa.
Una rappresentanza sindacale è stata ricevuta e ascoltata questa mattina da una delegazione congiunta dell’Amministrazione Comunale di Gallarate composta dal Sindaco Nicola Mucci, dall’Assessore Ivan Vecchio e dal Vicepresidente del Consiglio Comunale Antonio Pepe, mentre era in corso una seconda manifestazione dei dipendenti della compagnia aerea davanti alla sede del Comune in via Verdi.

Le rappresentanze sindacali hanno riferito agli esponenti dell’Amministrazione Comunale in merito alla situazione complessiva relativa alla compagnia aerea e alle preoccupazioni dei lavoratori.

L’Amministrazione Comunale di Gallarate si è impegnata a effettuare un incontro congiunto tra Amministrazione Comunale, rappresentanze sindacali e vertici dirigenziali dell’azienda, programmato per venerdì 5 marzo alle 11 alla sede del Comune di Gallarate.

leggi Azzurra Air: annunciata riduzione di personale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.