“Triangoli viola”, successo di presenze

Si è chiusa la mostra allestita in Galleria Vittorio Emanuele sulla persecuzione dei Testimoni di Geova durante il regime nazista

Si è chiusa la mostra “Triangoli viola”, dedicata alla persecuzione dei Testimoni di Geova durante il regime nazista. Una storia spesso dimenticata quella dei Bibelforscher, segnata dalla tragedia della deportazione nei campi di sterminio per la loro ferma volontà di opposizione al regime hitleriano. Una storia che è stata riportata in questi giorni all’attenzione dell’opinione pubblica da una mostra allestita nella prestigiosa cornice dell’Ottagono di Galleria Vittorio Emanuele, nel cuore di Milano. Un plastico, che riproduceva con precisione il lager di Auschwitz-Birkenau, la preziosa e precisa documentazione storica, il documentario “I Testimoni di Geova, saldi di fronte all’attacco nazista”, proiettato oltre che in italiano e nella lingua dei segni, anche in inglese, francese, tedesco, spagnolo, giapponese e cinese, hanno aiutato gli oltre 200 mila visitatori a ripercorrere questa tragedia su un piano storico-culturale.


Renato Onesti, membro del comitato organizzatore della mostra, si è detto soddisfatto per la buona riuscita dell’iniziativa.  «Eravamo fiduciosi di raggiungere un buon numero di visitatori, ma le aspettative hanno superato di gran lunga le nostre previsioni. Al di là del numero, la cosa che ci gratifica maggiormente, sono le parole di apprezzamento e di consenso da parte di diversi intervenuti, sia anziani che giovanissimi, per l’alto valore culturale della nostra iniziativa».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.