Un bagno di folla per la festa della polizia locale

Sono stati oltre seimila i visitatori alla mostra allestita dalla polizia del Verbano

Si è chiusa in bellezza la "Festa della Polizia Locale del Verbano", con la concomitanza delle "giornate di primavera" del FAI. Ben seimila persone durante lo scorso week-end hanno visitato i parchi, le residenze e i rustici della Villa Della Porta Bozzolo a Casalzuigno ed in tale occasione hanno potuto ammirare anche le prestigiose esposizioni proposte dal Corpo di Polizia Locale del Verbano, in occasione dei festeggiamenti per il compimento dei suoi primi tre anni di vita. Le sale della villa hanno ospitato, infatti, le mostre di divise storiche delle Forze di Polizia dal mondo, collezione privata del signor Antonio De Montis, e dei calendari dell’Arma dei Carabinieri, messi a disposizione dal signor Emilio Murru. Nelle sale del Baco da Seta inoltre, i visitatori hanno potuto apprezzare la rassegna di fotografie d’antan dei paesi aderenti alla convenzione e della Comunità Montana della Valcuvia. Non è mancata una ricca documentazione fotografica dell’operato del Corpo di Polizia Locale del Verbano, dall’infortunistica stradale, ai servizi di Protezione Civile, dagli interventi in campo ambientale, all’educazione stradale nelle scuole. Sono state numerosissime le persone che hanno così mostrato simpatia verso gli agenti del Corpo, i quali giornalmente sono impegnati in un lavoro al servizio del cittadino, con lo scopo di garantire la Sicurezza e contrastare le attività e i comportamenti illeciti.

La giornata dello scorso 13 marzo è stata occasione di un interessante momento di studio e d’approfondimento su tematiche attuali ed importanti; si è parlato di "Sicurezza sulla strada: l’educazione come strumento di prevenzione" grazie al contributo preciso del dott. Fabrizio Cristalli, dirigente della Regione Lombardia, e dei "Servizi Associati di Polizia Locale", argomento che ha avuto tra i relatori il dott. Roberto Dall’Aglio, comandante della Polizia Municipale di Vicenza e la dott.ssa Marisa Scognamiglio, segretario comunale.

Il Comandante del Corpo, Ettore Bezzolato, ha relazionato la platea sull’attività svolta, evidenziando, in particolare, il fatto che, nel 2003, si è riusciti a garantire undici ore di servizio giornaliero, otto ore domenicale, numerosi turni serali e notturni, oltre a più di cento interventi in occasione di manifestazioni ed eventi vari. Le chiamate alla centrale operativa, ha riferito Bezzolato, sono sensibilmente aumentate nell’ultimo anno, giungendo quasi alla cifra di settecento, a riprova di un miglior collegamento con il territorio e con i suoi cittadini. Gli incidenti con feriti sono fortunatamente diminuiti ma è aumentata la percentuale d’intervento della pattuglia, segno chiaro di migliore tempestività e di efficienza (nella foto, una delle divise esposte).

Nel corso della manifestazione sono state consegnate alcune onorificenze ad operatori del Corpo: Maria Adelina Marongiu e Piero Matteucci per anzianità di servizio e Angelo Dellaria, distintosi in occasione di un arresto per flagranza di reato. L’evento, conclusosi con le note dei Corpi Musicali "Vittorio Veneto" di Casalzuigno e "Amici della Musica" di Cittiglio, ha avuto un riscontro notevole, confermato dalla presenza di numerose autorità. Erano presenti il Prefetto di Varese dott. Alfonso Pironti, il Questore di Varese dott. Giovanni Selmin, il Senatore Graziano Maffioli, l’Assessore alla Sicurezza della Provincia di Varese Giuseppe De Bernardi Martignoni, il presidente Andrea Savini e l’assessore al Territorio Giuliano Besana della Comunità Montana della Valcuvia, i sindaci dei comuni di Castello Cabiaglio, Casalzuigno, Caravate, Cittiglio, Cuvio, Gemonio, Leggiuno, Monvalle e Sangiano, il Capitano Luciano Tripodero della Guardia di Finanza di Varese, il Capitano Marco Pettinato della Compagnia Carabinieri di Luino, il Maresciallo Landolfi della Stazione Carabinieri di Cuvio, l’ispettore Moschen del Corpo Forestale dello Stato di Laveno Mombello, numerosi Comandanti dei Corpi di Polizia Locale del varesotto. Non meno gradita è stata la presenza delle associazioni di Soccorso Sanitario, delle Pro Loco e di una delegazione degli Istituti Scolastici Comprensivi di Gemonio, Caravate e Cuveglio. Un ringraziamento particolare va senz’altro ai gruppi di Protezione Civile del Territorio, i quali, coordinati dall’Assessore Besana della Comunità Montana Valcuvia, oltre ad aver onorato la manifestazione della loro gradita presenza hanno offerto la massima disponibilità nel sorvegliare le preziose esposizioni durante l’apertura della Villa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.