Bossi, il quadro clinico continua ad essere buono

Varese – Da fonti ospedaliere si apprende che a breve potrebbe esserci un cambio di reparto per il leader della Lega

Nonostante permanga il silenzio stampa ufficiale imposto dalla famiglia, nelle ultime ore c’è stato un crescendo di voci più o meno ufficiali sulle condizioni dell’onorevole Bossi. Diversi articoli sui principali quotidiani nazionali hanno tra ieri e oggi gettato inedita luce sulla difficile convalescenza del ministro, raccontandone le prime dolorose consapevolezze, i primi contatti con la realtà dopo il lungo torpore dovuto all’effetto dei sedativi.
Il ministro sembra ora in condizioni di poter lasciare il letto e sedersi in poltrona con l’aiuto dei sanitari. Riesce a comunicare attraverso la scrittura di alcune parole semplici su una lavagna a sua disposizione. L’intervento di tracheotomia gli impedisce di parlare e è stato ancora possibile testare la funzionalità della parola. Ma anche oggi, da fonti ospedaliere, trapela che i miglioramenti del senatùr proseguono, che il quadro clinico è buono. Una situazione che autorizza ad ipotizzare che Bossi possa, in tempi relativamente brevi, essere trasferito in un reparto vicino, forse la neurochirurgia. Il passaggio potrebbe essere determinante per verificare l’effettiva autonomia del paziente dalla terapia intensiva; ma in modo da essere immediatamente pronti a riattivarla nel caso gli esiti non fossero all’altezza delle attese. Solo dopo questo periodo interlocutorio – e in caso di buon esito potrebbe avere tempi ragionevolmente ridotti – si potrà parlare di un vero e proprio inizio di riabilitazione in una clinica specializzata. Cautela, ancora, dunque, ma fortunatamente le notizie cominciano ad assumere un quadro di riferimento preciso ed ottimistico.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.