Bossi: la riabilitazione è lontana ma Castelli lo vuole capolista

Varese – Dall'ospedale ancora cautela sulle sue condizioni, ma i suoi insistono: "Si candida"

«E’ ancora prematuro parlare di riabilitazione per Umberto Bossi». A quasi quaranta giorni dal ricovero avvenuto l’11 marzo scorso per una crisi cardiaca, le notizie che giungono dalle fonti ospedaliere tendono ancora una volta a riportare i piedi per terra. Quindici giorni fa un bollettino medico ufficiale, il primo a quasi un mese dal ricovero, aveva alzato il velo ufficiale sulle condizioni del senatùr, dando finalmente credito all’ottimismo dei compagni di partito: «Il ministro Bossi risulta cosciente – si diceva – in grado di muovere finalisticamente gli arti di destra e di rispondere a ordini anche complessi, di riconoscere i familiari». Successivamente si è fatta strada la notizia ufficiosa che Bossi avrebbe presto lasciato l’ospedale di Circolo per essere ospitato da un’altra struttura, più adeguata per la lunga e difficile riabilitazione. A distanza di quindici giorni e in presenza di un nuovo reiterato silenzio stampa imposto dai famigliari, nuovi notizie ufficiose dall’ambiente ospedaliero riferiscono che sia ancora prematuro parlare di riabilitazione. I tempi per una ripresa da parte del ministro dunque sono ancora lunghi. Intanto Bossi è sottoposto a verifiche quotidiane della funzionalità motoria, del coordinamento della parola e più in generale della sensibilità neurologica. Nonostante le cautele dei medici, tuttavia in serata i luogotenenti del senatùr hanno ribadito un proposito già trapelato nelle scorse settimane: Umberto Bossi sarà il capolista della Lega Nord alle prossime elezioni europee. Lo ha dichiarato il ministro della Giustizia, Roberto Castelli riprendendo quanto affermato con relativa sicurezza da Calderoli nei giorni scorsi: “Credo – aveva spiegato il coordinaatore delle segreterie nazionali della Lega Nord, Roberto Calderoli – che Bossi si candiderà alle prossime europee. Ovviamente deciderà lui, ma ciò che è certo è che sarà in grado di farlo”. Castelli ha anche confermato il miglioramento delle condizioni di salute del ministro delle Riforme. “Il segretario ormai da tempo sta costantemente migliorando e questo è un dato che mi conforta e che conforta tutti noi della Lega”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.