«Cinque ponti: cerchiamo di creare meno disagi possibile»

Presentato il progetto alla cittadinanza. Pronta la viabilità alternativa per i mesi necessari alla realizzazione della nuova porta della città

Il progetto per la rivoluzione dei cinque ponti è stato presentato ieri sera alla cittadinanza da parte dell’amministrazione comunale. La riunione coi comitati di quartiere si è svolta al quartiere SS. Apostoli, che soffrirà inevitabilmente i maggiori disagi: le scuole Morelli si sono riempite di cittadini attenti e interessati e il faccia a faccia con il Sindaco Luigi Rosa e gli Assessori Paola Reguzzoni, Alessandro Marelli e Claudio Fantinati. 
«Gli interventi nel quartiere dei SS. Apostoli rappresentano una priorità dell’Amministrazione – ha detto Rosa, elencando una lunga serie di opere in atto nella zona -. Il completamento dei cinque ponti si inserisce in un panorama di interventi piuttosto corposo. Si tratta di un’opera ormai assolutamente necessaria se la situazione è critica è anche per le scelte fatte da altri Comuni: i tavoli di coordinamento non funzionano e ognuno guarda a casa propria».

«Ci siamo confrontati con ANAS e abbiamo ottenuto il massimo possibile: lo spostamento nei mesi estivi, in cui il traffico si riduce naturalmente, e il taglio della durata dei lavori da cinque a tre mesi» hanno specificato il Sindaco e l’Assessore Paola Reguzzoni. Oltre a spuntare sostanziali modifiche al progetto originario di ANAS, con cui il tavolo di confronto resta aperto per la realizzazione di quattro rotatorie sul Sempione e di opere di mitigazione ambientale che completeranno definitivamente lo snodo, l’Amministrazione ha anche studiato accuratamente un programma di viabilità alternativa, anche grazie al confronto con tutte le parti in causa, cittadini e comitati spontanei di quartiere compresi, avviato lo scorso anno con un Consiglio Comunale aperto da cui sono stati tratti utili contributi.

Si è deciso che alcune ambulanze stazioneranno oltre lo svincolo per consentire il soccorso e il raggiungimento dell’Ospedale nei tempi dovuti e che la segnalazione dei nuovi doppi sensi di marcia sarà effettuata anche attraverso birilli fissi luminosi utili soprattutto nelle ore notturne. La campagna informativa è partita a tappeto, ANAS provvederà a installare sin da Gallarate e Castellanza e in tutte le città che si affacciano sul Sempione pannelli informativi.
«La realizzazione di quest’opera è un atto di responsabilità perché i problemi devono essere affrontati e risolti» hanno ribadito il Sindaco e l’Assessore Reguzzoni: una volta completata l’opera, la Città sarà dotata di una porta davvero degna di Busto. Varrà dunque la pena sopportare qualche coda e qualche rallentamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.