Circolobizozzero, l’assemblea dei soci

Il sodalizio rionale ha presentato all'assemblea il bilancio economico ed operativo dell'ultimo anno di attività, e ha tracciato le linee guida per le azioni del 2004

Riceviamo e pubblichiamo

Giovedì 29 aprile, si è svolta l’assemblea ordinaria dei soci del Circolobizzozero. Il sodalizio rionale ha presentato all’assemblea il bilancio economico ed operativo dell’ultimo anno di attività, e ha tracciato le linee guida per le azioni del 2004.

Il bilancio economico è stato ancora una volta positivo, caratterizzato dal costante accantonamento di fondi per il rifacimento del tetto dello stabile di proprietà, e dall’autofinanziamento di tutte le iniziative promosse.

Per ciò che concerne invece l’attività sociali, l’assemblea è stato il luogo più adatto per richiamare gli impegni assunti, delineare il cammino futuro e riaffermare le modalità operative già adottate; più in specifico, si è esplicitato il piano triennale su cui si sta lavorando, che ha visto:

  • un primo anno dedicato alla ridefinizione delle ragioni d’essere dell’associazione (migliorare la qualità della vita rionale attraverso il recupero del senso di appartenenza ad una comunità territoriale storica)
  • il secondo anno impegnato nel dare visibilità al sodalizio (inaugurazione parco giochi, estemporanea di pittura, volantini storici, …)
  • mentre per il terzo anno è previsto l’impegno di coinvolgere maggiormente i soci

Da qui le proposte di intensificare la cadenza del giornale sociale (da semestrale a trimestrale), di aprire al pubblico la sede ogni secondo lunedì del mese (dalle 21.00 alle 22.00), di creare dei piccoli gruppi di lavoro a sostegno delle diverse iniziative in essere, di dare spazio ai soci anche sul giornale sociale.

Il tutto tenendo ferme le caratteristiche sin qui adottate nell’agire del consiglio, ogni proposta deve avere un referente che se ne faccia carico, e che si impegni nel garantire la copertura economica della stessa, potendo comunque contare sul contributo fattivo del consiglio e dei soci.

Proprio queste scelte hanno animato poi la discussione intorno al progetto di realizzare nel giardino sociale una schacchiera gigante, progetto che raccoglie l’unanimità dei consensi, ed intorno a cui si sta cercando di raccogliere le energie capaci di portarlo a realizzazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.