Comune e cittadini soddisfatti di Sogeiva

Resi pubblici i risultati di un'indagine telefonica. Il vicesindaco Margutti: bisogna migliorare ancora. Il presidente della società: puntiamo a standard qualitativi più elevati

Cittadini soddisfatti di Sogeiva, la società che da poco più di un anno gestisce l’acquedotto della città. Il dato emerge da un’indagine sulla “soddisfazione dei clienti” svolta dalla M.S.C. (Multiutility sovracomunale) di Gallarate per conto dell’ente gestore del servizio. 
La ricerca è stata condotta nelle prime settimane del 2004 sul sei per cento dell’utenza totale. 246 cittadini, raggiunti telefonicamente, ai quali è stato chiesto di rispondere ad alcune domande. Le risposte positive a vari giudizi richiesti sul livello di gestione sono state quasi sempre superiori all’80% degli intervistati con una punta del 100% alla domanda sulla capacità del personale di risolvere eventuali problemi relativi alla fornitura d’acqua potabile. Le domande intendevano indagare i livelli di soddisfazione relativi a tre grandi campi: qualità della fornitura, efficienza dell’azienda di gestione e trasparenza del servizio.

«L’esito dell’indagine – spiega il vice Sindaco Gianluigi Margutti – soddisfa anche noi Amministratori, ovviamente, perché conferma la bontà della scelta fatta nel marzo 2003 affidando alla Sogeiva l’acquedotto. Non dobbiamo però esagerare la portata di questo risultato positivo, sia perché si tratta pur sempre di un’indagine a campione, sia perché dobbiamo avere come obiettivo quello di un continuo miglioramento del servizio, per cercare di risolvere anche i pochi problemi che qualche utente ha evidenziato dichiarandosi non soddisfatto di alcune situazioni».

«Sono d’accordo con Margutti – conferma il presidente tradatese della Sogeiva, Gianfranco Crosta – e, pur contenti dei risultati della ricerca, intendiamo impegnarci ancor di più per migliorare l’insieme del servizio. In questo primo anno di gestione abbiamo eseguito importanti lavori d’adeguamento dei pozzi e delle reti investendo risorse significative. Per i prossimi mesi abbiamo già predisposto un piano d’interventi che, gradualmente, consentirà di adeguare l’acquedotto a standard qualitativi più elevati». 
Una prima conseguenza del “sondaggio” svolto tra i cittadini c’è già stata. Visto che il gradimento più basso ha riguardato la comprensibilità della bolletta relativa ai consumi, Sogeiva ha predisposto un nuovo tipo di fatturazione, con una bolletta più chiara e leggibile per tutti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.