Fontana: «Non capisco gli attacchi. Abbiamo espresso un dissenso»

Il presidente del consiglio regionale si dice tranquillo nonostante il clima rovente in seno alla maggioranza di centro destra

«Noi abbiamo espresso un dissenso. Siamo stati attaccati in modo sinceramente poco comprensibile». Il presidente del consiglio regionale Attilio Fontana è rimasto perplesso dalle reazioni scatenate dalla decisione di disertare la cerimonia di inaugurazione del Pirellone. La compagine leghista si è messa sull’Aventino dopo aver contestato la decisione del governatore Formigoni di accogliere i rifiuti provenienti dalla Campania. Alla luce del dissenso interno alla giunta e sollecitati dai partiti di opposizione che chiedevano a gran voce un chiarimento politico, i consiglieri radicali si sono fatti avanti per prendere il posto dei leghisti, finendo, poi, con il dare il mero appoggio esterno alla giunta di centro destra. «Crederò all’ingresso dei radicali solo quando vedrò un asino volare – il commento dell’avvocato Fontana – Non hanno i numeri ma, soprattutto, le loro posizioni non sono compatibili con questa maggioranza. Io, comunque, sono tranquillo e convinto delle nostre posizioni. Attendiamo gli sviluppi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.