I Vigili Urbani “adottano” un bambino

Iniziativa di solidarietà della Polizia Locale

Vigili amici. Ma anche genitori. E genitori anche "a distanza". Nell’ambito delle iniziative di solidarietà che spesso animano il Corpo di Polizia Locale di Gallarate, da qualche giorno c’è infatti un’adozione a distanza di un bambino che vive in Madagascar. Si chiama Stephan e ha sei anni. Figlio di un contadino e di una casalinga, ha cinque fratelli. E ora anche tanti papà e mamme "a distanza" che pensano a lui.

L’iniziativa che, come si diceva, non è la prima di spirito solidaristico messa in atto dai Vigili Urbani di Gallarate, è anche un modo per sentirsi vicini alle necessità quotidiane. Non solo agenti in divisa chiamati a far rispettare le regole, ma anche veri e propri amici, pronti a darsi da fare se qualcuno è in difficoltà.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.