In molti in piazza per non dimenticare

Partecipate le iniziative del 25 aprile anche in città, organizzate da Comune e Anpi. Dopo le cerimonie ufficiali tutti a teatro

Grande partecipazione questa mattina a Varese per le celebrazioni del 49° Anniversario della Liberazione, organizzata dal Comune e dalla Federazione Associazioni Partigiane con una serie di manifestazioni per celebrare la giornata storica.
Fin dalle 8. 30, inizio della celebrazione della S. Messa in suffragio di tutti i partigiani defunti, i varesini hanno partecipato numerosi, affollando la Basilica di S. Vittore. 
Alle 9.30 un corteo si è snodato per le vie cittadine: da piazza S. Vittore all’Arco Mera con la deposizione di una corona, poi in corso Matteotti, largo Resistenza, dove un’altra corona è stata posta al Monumento, si è proseguito poi invia Cavour per terminare in Piazza Repubblica con l’omaggio al monumento ai Caduti. 
La cerimonia ufficiale è proseguita poi al Teatro di Varese, con i discorsi del Sindaco, Aldo Fumagalli e le diverse autorità intervenute, dando ampio spazio all’intervento del Comandante Partigiano, Renato Morandi., che raccontato la propria esperienza di ciclista e partigiano. Numerosa la partecipazione di pubblico anche all’interno del teatro, dove, dopo i discorsi, l’assessore alle Politiche Educative, Antonino Papale, ha annunciato come ogni anno l’iniziativa legata alle scuole, di consegna del “Premio scolastico XXV aprile” agli alunni delle scuole elementari cittadine che si sono distinti per il loro meriti scolastici. Iintermezzi musicali con canti partigiani e con la banda musicale "Giuseppe Verdi" di Capolago, hanno fatto da contorno alla manifestazione.

La Varese antagonista del "Social Forum" parteciperà invece alla manifestazione milanese, che avverrà nel pomeriggio. 
L’appuntamento, per il trasferimento nel capoluogo lombardo, è fissato alle 13 in punto alla stazione delle ferrovie Nord per manifestare a favore della fine immediata di ogni repressione del popolo iracheno, il ritiro immediato del contingente italiano e la riconsegna del paese agli iracheni.

Una domenica dedicata alla commemorazione della Resistenza è stata organizzata anche dalla Cooperativa Novecento, che in via De Cristoforis 5, sede dell’associazione, fin dalle 9 di mattina si poteva gustare una colazione equo-solidale, seguita da un pranzo alle 13 e musica "resistente" con la Balcon Band. nel pomeriggio, intorno alle 17, poi, si potrà assistere allo spettacolo teatrale "Ora è sempre" della compagnia L’Allegra Brigata di Busto, un viaggio nella memoria e nel recente passato dell’Italia, di cinque ragazzi, protagonisti, a partire dall’8 settembre del ’43. Ingresso libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.