Le casse del comune ringraziano: una villa aiuterà il bilancio

Il Sindaco definisce storica l’operazione di federalismo fai da te che ha portato il comune all’acquisto di una splendida villa

Ci sono voluti 4 anni di trattative ma alla fine, durante la seduta consiliare del 15 aprile scorso, l’annuncio è arrivato: una villa da 2,6 milioni di euro è stata acquistata dal comune di Buguggiate, che nell’arco di due anni ne diventerà anche il titolare. L’immobile è stato ceduto da un privato ad un prezzo non speculativo. Si tratta di una villa, costituita da tre piani e priva di barriere architettoniche, con una superficie di circa mille metri quadrati, compresi box e locali accessori, e da un ulteriore immobile di 500 metri quadri.
Di grande pregio è il grande parco che circonda gli immobili, già provvisto di piazzali e pavimentazione in porfido per consentire l’accesso alle automobili e ai pedoni.
L’amministrazione comunale, visto l’elevato valore pubblico dell’acquisto, vorrebbe affidarlo in convenzione ai privati per realizzare un centro congressi o un albergo. Questa soluzione permetterebbe di rimpinguare le casse comunali con gli affitti della struttura, mantenendone la disponibilità e l’uso pubblico. Queste sono le buone intenzioni, poiché la destinazione degli immobili verrà decisa dopo un confronto con i possibili investitori, tenendo fermo l’obiettivo del massimo beneficio per la collettività. Si terrà comunque conto delle strutture che già esistono: il piano seminterrato è infatti dotato di lavanderie, dispense e cucine. Un’operazione realizzata completamente dal comune «senza dipendere», parola del sindaco Alessandro Vedani, «dalla benevolenza di Roma che ogni anno rende alla comunità buguggiatese un’inezia rispetto quanto preleva con le imposte sui redditi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.