Le scuole giocano a fare le aziende

E' l'istituto "Torno" di Castano Primo a vincere la prima edizione del Business Game organizzato dall'Universita Cattaneo

Si è conclusa la prima edizione di “Crea la tua impresa”, il progetto learning by doing (impara facendo) creato dall’università Cattaneo di Castellanza, insieme all’ufficio scolastico regionale per la Lombardia. Il “gioco economico”, con forti componenti innovative ed interattive, era rivolto agli allievi dell’ultimo anno degli istituti superiori statali e paritari con indirizzo commerciale della Lombardia e prevedeva la simulazione di un’azienda virtuale. L’intento del gioco era quello di sviluppare le capacità degli studenti nel lavoro di gruppo e nell’implementare un’impresa con tutte le caratteristiche di quelle che agiscono normalmente sul mercato, col fine del maggior profitto. Il business game, che simulava l’anno economico 2004, consisteva nell’inserimento, per ogni trimestre, di una variabile che modificasse lo scenario di mercato. Agli studenti la responsabilità più grande: prendere le decisioni “aziendali” necessarie per affrontare lo scenario modificato, che a loro volta generavano risultati più o meno graditi. Ogni scuola ha potuto iscrivere una squadra composta da un minimo di quattro a un massimo di otto studenti, anche di classi diverse, per partecipare a tre prove di selezione. Quindici le squadre finaliste, provenienti da tutta la regione, da Luino a Mantova, e ciascuna con la propria azienda “virtuale”, creata e fatta crescere nel corso dell’anno scolastico. La quarta prova, tenutasi presso le aule dell’università Cattaneo, ha decretato il vincitore: l’istituto “Torno” di Castano Primo (MI). La squadra vincente ha ricevuto il premio di 200 euro da spendere nella Libreria Guerini, presente nell’università di Castellanza. Inoltre ciascun componente della squadra prima classificata ha ricevuto in premio un buono per un viaggio in una capitale europea e un buono del valore di 100 euro per l’acquisto dei testi dei corsi del primo anno della Liuc. Premiato anche il docente responsabile della squadra vincitrice, che a sua volta ha ricevuto un buono libri del valore di 100 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.