Leghisti in rivolta. Crisi in vista in Regione?

I rifiuti campani mettono a rischio la tenuta della maggioranza regionale. Il centrosinistra chiede il chiarimento politico. Domenica il Pirellone viene restituito alla città

Acque agitate al Pirellone. La questione dei rifiuti provenienti dalla Campania sta mettendo a dura prova la tenuta della coalizione di centro destra. Prima vittima del malcontento leghista è stata la commissione territorio che si doveva occupare del regolamento edilizio: mancavano i leghisti e l’opposizione ha chiesto un chiarimento politico prima di proseguire i lavori. Risultato: la commissione è saltata.
Il centrosinistra ha denunciato l’impasse. 
E in tema di denuncia, DS e Margherita hanno rincarato la dose sulla difficoltà del governo lombardo anche alla luce della politica legata al sistema aeroportuale lombardo. Al termine della Commissioni trasporto della Regione, della Città di Milano, delle Province di Milano e Varese, Il vicepresidente del consiglio regionale Giuseppe Adamoli, della Margherita ha dichiarato: «La crisi di Alitalia condiziona pesantemente tutto il sistema aeroportuale lombardo e in particolare l’aeroporto di Malpensa, oggi senza più nessuna identità. Purtroppo
, l’incredibile condizione politica della maggioranza regionale, con la Lega politicamente in sciopero, non consente nessuna autorevole incisività sui problemi che davvero contano per i cittadini lombardi».
Daniele Marantelli, esponente dei DS, ha accusato la maggioranza di immobilismo : «Si sente spesso lamentare il mancato decollo del sistema aeroportuale. Ma ci devono dire di chi sono le responsabilità. Perché il piano d’area di Malpensa è stato realizzato solo per il 20% nonostante il precedente governo avesse finanziato interamente le opere? Ci dicano, inoltre, quali nuovi finanziamenti sono stati decisi dal 2000 per questo hub?»
In un clima di incertezza politica, intanto, si inaugura domenica 18 aprile il Palazzo Pirelli. Con una manifestazione, a cui prenderanno parte il presidente del Consiglio Berlusconi, il governatore Formigoni e il presidente del Consiglio regionale Fontana, il grattacielo sarà restituito alla città. Si tratta della prima cerimonia che interesserà la parte esterna del palazzo, il 24 aprile toccherà all’auditorium che verrà intitolato a Giorgio Gaber. La cerimonia di domenica avrà il suo culmine alle 17.47, l’ora in cui due anni fa Luigi Fasulo si schiantò con il suo Piper contro il venticinquesimo piano del palazzo regionale, uccidendo le due avvocatesse, Annamaria Rapetti e Alessandra Santonocito

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.