Maggioranza divisa al cospetto del Pirellone restaurato

A due anni dal tragico incidente, il grattacielo che ospita gli uffici della Regione viene restituito alla città. Assenti alla cerimonia i leghisti. Adamoli (Margherita) : «È mancanza di rispetto istituzionale»

Il Pirellone è tornato a dominare piazza Duca d’Aosta. A due anni esatti dallo schianto del Piper guidato dal pilota italo svizzero Luigi Fasulo, il presidente della Regione Roberto Formigoni ha inaugurato il palazzo completamente restaurato all’esterno, anche se si dovrà attendere fine anno perchè i dipendenti possano fare ritorno nei tanti uffici.
Accanto al governatore lombardo avrebbero dovuto esserci il premier Silvio Berlusconi che, però, non si è mosso da Roma, trattenuto dalle vicende irachene, e il presidente del consiglio regionale Attilio Fontana che ha disertato la cerimonia in segno di protesta contro la politica regionale di accogliere i rifiuti provenienti dalla campagna. 
Fontana, in una nota diramata già ieri, aveva anticipato il motivo della sua assenza, ma aveva voluto comunque ricordare le due vittime  della tragedia del 18 aprile 2002 Alessandra Santonocito e Anna Maria Rapetti.
Assenti anche gli esponenti dell’ospposizione: dal diessino Daniele Marantelli a Giuseppe Adamoli della Margherita. «Non ho partecipato alla cerimonia odierna non per motivi politici – spiega il vicepresidente del consiglio regionale Adamoli – L’appuntamento di oggi, però, aveva il sapore di una kermesse propagandistica a cui ne seguiranno molte altre, fino all’effettiva inaugurazione del palazzo ristrutturato totalmente. Presenzierà alla cerimonia solo quando i dipendenti potranno tornare ai propri uffici e noi potremo tornare nell’aula consiliare. Non condivido, però, l’atteggiamento della Lega che ha avanzato motivi politici per giustificare un impegno istituzionale. Considero questa posizione esagerata. Spero, comunque, che che la situazione ingarbugliata ormai da tempo, ieri erano i rappresentanti di AN a disertare le sedute consiliari, si sblocchi quanto prima per dar modo a maggioranza ed opposizione di lavorare fruttuosamente. Ci vorrebbe meno propaganda e più attenzione ai problemi reali».

La cerimonia è iniziata alle 17.15 , dopo mezz’ora, esattamente alle 17,47, il momento dell’impatto del velivolo, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e i rappresentanti lombardi hanno osservato un momento di commemorazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.