Premio Chiara 2004: si rinnova un appuntamento culturale di grande prestigio

Le prime anticipazioni sulla sedicesima edizione del concorso letterario in memoria dello scrittore di Luino

Molte anime, una sola identità. Si è appena chiusa l’edizione passata, con la cerimonia di consegna, il 29 febbraio scorso, del Premio alla Carriera a Mario Rigoni Stern, ed ecco che inizia a prendere forma, almeno nelle sue linee fondamentali, il Premio Chiara 2004.

Giunto alla sedicesima edizione, il premio, intitolato alla memoria del grande scrittore luinese, è organizzato dall’Associazione "Amici di Piero Chiara", con la collaborazione della Provincia di Varese e con il Patrocinio della Regione Lombardia Direzione Generale Culture Identità e Autonomie della Lombardia, del Consiglio di Stato della Repubblica e Cantone del Ticino, del Comune di Varese e di quello di Luino, della Camera di Commercio di Varese.

Il Premio Chiara ha ormai raggiunto un prestigio che ha superato i confini della sola Varese e provincia ed è diventato, in ambito letterario, un appuntamento di indubbia rilevanza anche a livello nazionale. A conseguire questo risultato ha contribuito, senza dubbio, la sua specificità, vale a dire essere uno dei pochissimi concorsi espressamente riservati ai racconti in un panorama letterario, quello italiano, che invece è saturo di competizioni rivolte al romanzo. Peculiarità questa che non va disgiunta, come ha ricordato in una recente intervista al nostro giornale Bambi Bianchi Lazzati, rimasta, dopo la scomparsa di Gottardo Ortelli, l’anima del "Chiara", dalla serietà con cui il premio viene condotto e dall’impegno di tutti gli organizzatori e i collaboratori che partecipano fattivamente alla sua realizzazione.

Anche quest’anno, dunque, molti gli appuntamenti e le iniziative preannunciati. Come sempre, innanzi tutto, le due sezioni del concorso, la prima riservata a scrittori affermati, la seconda a giovani aspiranti narratori.

Al Premio Chiara 2004 vero e proprio sono ammesse raccolte di racconti edite in Italia e nella Svizzera italiana tra il 1° aprile 2003 e il 30 aprile 2004. Tra tutte le opere pervenute un comitato di grandi lettori indicherà tre finalisti da cui, per decisione di una giuria popolare, verrà fuori il Supervincitore. La Giuria popolare sarà composta da 200 lettori italiani e della Svizzera italiana, 100 scelti tra i lettori delle Biblioteche della Lombardia e del Canton Ticino, 100 estratti a sorte tra quanti avranno inviato un’apposita scheda al notaio del Premio entro il 21 giugno 2004. È invece fissato al 17 maggio prossimo il termine ultimo utile per la presentazione all’Associazione "Amici di Piero Chiara", in Viale Belforte 45 a Varese, dei volumi di racconti che vogliano partecipare al concorso.

L’altra sezione, invece, il Premio Chiara Giovani 2004, ha come sempre lo scopo di stimolare la creatività e l’attitudine alla scrittura dei giovani; pertanto è destinato a quanti, nati tra il 1979 e il 1987, vogliano presentare un breve racconto originale e inedito. Titolo del tema prescelto per questa edizione: "Con la musica in testa". Gli elaborati non dovranno superare le 80 righe dattiloscritte (5000/5500 battute) e dovranno essere fatti pervenire entro il prossimo lunedì 24 maggio sempre all’Associazione "Amici di Piero Chiara". La Giuria letteraria selezionerà 25 racconti che saranno pubblicati in un  volume inviato poi alla giuria popolare che proclamerà il vincitore.

Ma, al concorso, come sempre, si affiancano molti altri appuntamenti, fra i quali si segnalano anche quest’anno i "Seminari di scrittura", sempre rivolti ai giovani, già fissati per la giornata di sabato 11 settembre 2004, che vedranno, come relatori, cinque fra i più prestigiosi nomi della letteratura italiana "giovane": Niccolò Ammaniti, Alessandra Montrucchio, Aldo Nove, Tiziano Scarpa e Chiara Zocchi. Sarà invece condotto da Antonio Riccardi il "Seminario di poesia" in programma il sabato successivo, 18 settembre. Lunedì 20 settembre sarà la volta, poi, dei "Seminari di scrittura per docenti" a cura di Guido Conti, Remigio Galli e Pasquale Diaferia.

E, ancora, sono annunciati gli incontri "Le parole della musica", a cui parteciperanno importanti cantautori, la rassegna cinematografica "Piero Chiara al cinema", che vedrà gli interventi del noto critico cinematografico Paolo Mereghetti, l’esposizione dei carteggi più importanti di Piero Chiara, la cui figura sarà al centro di un incontro con il poeta e critico Giovanni Raboni. Grande attesa, infine, per l’annuncio del nome a cui sarà assegnato quest’anno il Premio Chiara alla Carriera che, oltre a Mario Rigoni Stern, premiato, come già ricordato all’inizio, nella scorsa edizione, è stato attribuito in passato a figure di grande prestigio come Giuseppe Pontiggia, Giovanni Pozzi, Claudio Magris, Luigi Meneghello, Giorgio Orelli, Raffaele La Capria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.