Protesta silenziosa contro i governi americano e israeliano

Presidio in Piazza Monte Grappa delle Donne in Nero contro la guerra in Iraq e contro il muro di Sharon

Protestano in silenzio da due anni e mezzo, nelle piazze di Varese, vestite di nero, portando tra la folla indaffarata e spesso distratta temi scottanti e attuali, come la guerra e il terrorismo: sono le Donne in Nero di Varese, che anche oggi 16 Aprile, in Piazza Monte Grappa, in questo momento di tensione altissima, soprattutto per gli italiani, che si sono visti colpire in prima persona con il rapimento di quattro connazionali in Iraq e con l’uccisione di uno di loro.

Questa sera, come è scritto nel volantino che diffondono ogni settimana, protestano contro le falsità e le bugie che i nostri governanti ci raccontano quotidianamente, chiedono il ritiro delle truppe dall’Iraq «…ma anche il ritiro degli americani dagli appalti in un Paese che hanno invaso fregandosene del diritto internazionale e del pensiero della maggioranza della popolazione mondiale, per scopi personali e senza il benestare dell’ONU»

«Vogliamo far sentire la nostra voce – aggiunge a nome delle Donne in Nero Gabriella Sbriviglieri – e il nostro fermo dissenso per il silenzio che le autorità mondiali continuano a tenere in relazione alla costruzione del muro in Palestina, con il relativo furto di terre ai palestinesi da parte di un governo arrogante come quello di Sharon: il nostro movimento nasce in Palestina, e non smetteremo mai di essere vicine alle donne palestinesi che vedono le proprie case distrutte e le proprie terre coperte da cemento.»

«Per quanto succede in Iraq – continua la Sbriviglieri – siamo tutte vicine alle famiglie dei sequestrati e ancor più unite nel provare pietà per il ragazzo morto, anche se non condividiamo le loro scelte personali e non siamo d’accordo con chi vuole a tutti i costi dipingere come un eroe chi è morto in una situazione rischiosa, mentre si considerano atti di terrorismo anche le azioni compiute in difesa della propria terra.»

La popolazione varesina, nonostante la pioggia battente, si è avvicinata allo striscione con curiosità, leggendo il volantino che le Donne in nero hanno distribuito, mostrando apprezzamento per questo silenzioso, ma potente, modo di protestare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.