Sciopero Alitalia, a Malpensa voli regolari

La mobilitazione a Fiumicino non ha creato finora disagi. Marantelli: spostare nell’hub la base di armamento della compagnia di bandiera

Come annunciato nella giornata di ieri dai sindacati e dalle organizzazioni professionali di Alitalia la mobilitazione generale ha cominciato a provocare i primi pesanti disagi per i passeggeri all’aeroporto di Fiumicino. Non si sono verificate per ora le ripercussioni ipotizzate ieri per l’aeroporto di Malpensa. Tutti i servizi aeroportuali, sia nazionali che internazionali, sono stati forniti e sono garantiti.

A partire dalle 13 tutti i voli della compagnia a Fiumicino, sia nazionali che internazionali, sono stati bloccati e per ora non si hanno informazioni sulla loro ripresa. La manifestazione di protesta ha portato all’occupazione del varco equipaggi, circa 150 lavoratori si sono fermati per bloccarlo.

"La nostra protesta andrà avanti ad oltranza" ha dichiarato Giuseppe Contenta del Sult. Molti i disagi per i viaggiatori, tra i quali numerosi stranieri.

Su Alitalia e sul futuro del sistema aeroportuale lombardo interviene il Consigliere Regionale DS, Daniele Marantelli: "La nostra posizione è chiara, bisogna aumentare le sue capacità, migliorando l’accessibilità, accelerando la realizzazione dei collegamenti ferroviari e stradali, e spostare a Malpensa la base di armamento della compagnia di bandiera. Solo rilanciando il ruolo di hub dell’aeroporto – continua il segretario Commissioni consiliare Trasporti – si può dare nuovo impulso all’intero sistema aeroportuale del nord che costituisce un indispensabile ricchezza per l’Italia".

"Alitalia va difesa – conclude il Consigliere – ma non può essere l’unico vettore italiano. Non risulta che Air France sia stato contestato dall’Unione Europea di agire in Francia in regime di monopolio. Sfidiamo il Governo e Alitalia a favorire in tempi rapidi questa soluzione e ad assumersi l’onere di decisioni coerenti e urgenti. Chiediamo, infine al Governo di estendere l’utilizzo degli ammortizzatori sociali a tutto il settore legato al trasporto aereo."

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.