«Sì alla pedemontana ma risolvendo anche il problema idraulico»

Il sindaco Morniroli e l'assessore Aliprandi intervengono nel dibattito sul nuovo cantiere autostradale

Riceviamo e pubblichiamo

Le continue iniziative organizzate da più parti per discutere della Pedemontana e del suo impatto sul territorio di Cassano Magnago richiedono la puntualizzazione della posizione assunta dall’Amministrazione Comunale di Cassano Magnago rispetto alla Valutazione d’Impatto Ambientale dell’opera stessa.

Al di là dell’essere favorevoli o meno alla Pedemontana e al tracciato attuale, posizione che ha connotazione esclusivamente politica – dunque sottoposta al gioco delle parti – interessa qui ripetere con chiarezza la posizione assunta dall’Amministrazione Comunale rispetto al problema idraulico, argomento su cui la sensibilità è unanime.

Recita testualmente la Delibera di Giunta: "Le aree dello svincolo tra la "Pedemontana" e la A8 ricadono all’interno del P.A.I. e, pertanto, si ritiene utile poter avere una indicazione in merito all’impatto che tale intervento avrà sull’idraulica della zona e sull’andamento delle acque in caso di eventuale esondazione. A tal fine si chiede di avere lo studio idraulico che si raffronti con il P.A.I. e con lo studio idraulico già approntato, fin dal 2000, dal Comune di Cassano Magnago".

Di fronte a una considerazione assolutamente generica del rischio idraulico contenuto nello Studio di Impatto Ambientale presentato dalla società "Pedemontane Lombarde", l’Amministrazione Comunale ha chiesto di approfondire la tematica e di poter discutere nel merito dei problemi idraulici.

In questo modo l’Amministrazione Comunale vuole entrare nel merito della discussione e valutare con attenzione tutte le iniziative che si prenderanno a fronte della realizzazione della Pedemontana per rispondere al problema idraulico.

L’obiettivo è quello di giungere al massimo risultato e di porre sul tavolo di discussione l’intero problema, non localizzandolo esclusivamente ai terreni interessati dalla Pedemontana, ma a tutta la zona Sud del nostro territorio in modo tale che l’analisi e la ricerca di soluzioni al problema idraulico sia di beneficio per tutti.

Certamente è più facile fare processi alle intenzioni o proporre soluzioni preconfezionate.

L’Amministrazione Comunale ha scelto invece la strada del dialogo istituzionale e della condivisione del problema nella sua globalità per ottenere il massimo beneficio possibile per i propri cittadini.

L’Assessore alle Politiche del Territorio
Paolo Aliprandi
 

Il Sindaco
Aldo Morniroli

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.