Viaggiavano contromano, saltano due patenti

Varese– Bilancio dei controlli della Polizia Provinciale nella fine settimana pasquale

Due patenti ritirate, tre carte di circolazione sequestrate, 28 preziosi punti di patente che hanno preso il volo per una serie di infrazioni al codice della strada. E’ il bilancio di due giorni di controlli del nucleo stradale della Polizia provinciale nel periodo del recente “ponte” per le festività di Pasqua . In totale sono stati fermati per controlli e accertamenti 53 vetture e sottoposte a controlli 77 persone. Causa prima dei punti di patente sottratti è sempre la velocità elevata ma le due patenti “saltate” sono state sequestrate a due conducenti sorpresi a viaggiare contromano nel giorno di Pasquetta. “C’è sempre il vizietto della velocità anche in punti pericolosi – commenta l’assessore provinciale alla sicurezza Giuseppe De Bernardi Martignoni – ma bisogna riconoscere che con l’intensificarsi dei controlli sia delle polizie locali sia della Polizia provinciale che hanno così affiancato il lavoro dei corpi dello Stato, qualcosa sembra migliorare. C’è un po’ più di civiltà alla guida. Forse regge ancora lo spauracchio dei punti in meno sulla patente…”. Accanto ai controlli a tappeto sulle strade di propria competenza, la Polizia provinciale ha effettuato ancora servizi in collaborazione on la polizia locale del comune di Lozza (secondo una metodologia già sperimentata in passato e che sembra dare buoni frutti) e con la polizia locale di Busto per il controllo dei mezzi diretti alla centrale Accam. “Sì – conferma Martignoni – il lavoro di prevenzione in affiancamento alle polizie locali è positivo. Effettivamente si ha la sensazione che il controllo del territorio sia effettivamente percepito. Certo, con le forze che abbiamo a disposizione non possiamo essere sempre e ovunque. Tuttavia che il rapporto di collaborazione con i comuni e le loro forze di polizia comunale sia effettivamente positivo, lo dimostra il fatto che un grosso comune del sud della Provincia del quale ancora non desidero fare il nome, ha avanzato la richiesta di svolgere servizi preventivi e mirati sul territorio con la nostra collaborazione. Stiamo valutando le forme migliori per rendere efficace questa collaborazione che non è stata ancora siglata – da qui il motivo del riserbo sul nome dell’Amministrazione interessata – ma che ha buone premesse per essere una sorta di progetto pilota per altri comuni di queste dimensioni”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.