Ascensore a Santa Caterina, approvato il progetto definitivo

Villa Recalcati ora dovrà ottenere le autorizzazioni e cercare i finanziamenti, circa 5 miliardi di vecchie lire

La Giunta provinciale ha approvato il progetto definitivo per la "Realizzazione di un impianto ascensore a pozzo per la eliminazione delle barriere architettoniche " presso l’Eremo di Santa Caterina del Sasso. Il progetto, redatto dall’Ing. Achille Balossi Restelli di Milano, con la collaborazione dei tecnici del Settore Patrimonio Beni Architettonici della Provincia, prevede la realizzazione di un pozzo verticale profondo 53 metri con un diametro di 6. La cabina dell’ascensore avrà dimensioni tali da garantire il trasporto fino a 12 persone. L’ascensore collegherà il Piazzale del Quiquio con i giardini al lago dell’Eremo; l’accesso inferiore avverrà attraverso una galleria orizzontale di circa 44 metri, che condurrà i visitatori sui graziosi giardini a lago dell’Eremo e quindi ai fabbricati monumentali. Una scala di servizio " circonderà" la cabina per consentire l’ispezione del vano ascensore ogni 11 metri, così come prevede la normativa. Nell’area di accesso superiore all’impianto , nel Piazzale del Quiquio, verrà realizzato un fabbricato di servizio che permetterà sia una agevole movimentazione delle persone e delle cose, sia di apprezzare, mediante l’utilizzo di vetro, acciaio e pietra locale lo scorcio panoramico sul Lago Maggiore. "Si tratta di un intervento che contribuirà alla completa valorizzazione dell’ Eremo – spiega l’assessore provinciale al Patrimonio, Giovanni Battista Gallazzi – e lo renderà completamente visitabile anche ai portatori di handicap". Prima di procedere alla progettazione definitiva, nello scorso inverno sono stati effettuate tutta una serie di indagini geotecniche finalizzate alla verifica della stabilità dei versanti rocciosi e dei fabbricati soprastanti e sottostanti l’Eremo. Indagini che sono state eseguite da personale specializzato mediante l’utilizzo di micro-cariche esplosive e che hanno permesso di verificare la compatibilità tecnica e statica dell’intervento rispetto al contesto ambientale e architettonico.. Completeranno l’intervento tutta una serie di operazioni complementari relativi al consolidamento delle pareti rocciose nelle aree interessate dall’intervento, operazioni eseguite con la stessa modalità operativa utilizzata proprio dallo stesso Ing. Balossi Restelli negli anni scorsi per "salvare"l’Eremo da un lento, ma progressivo scivolamento a lago dei suoi monumenti . Dopo l’approvazione del progetto definitivo inizierà l’iter sia per il conseguimento delle necessarie autorizzazioni, sia per la ricerca dei necessari finanziamenti. L’importo complessivo dell’opera ammonta 2.653.000 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.