Bellora, nomine contestate: «La politica faccia un passo indietro»

La maggioranza chiede che si riapra il dialogo con la fondazione

La politica faccia un passo indietro. Lega e Udc chiedono al sindaco di riaprire un dialogo con la fondazione Bellora, dopo che la famiglia, da anni a capo della casa di riposo, ha contestato pubblicamente le nomine dei membri del cda fatte dal sindaco Nicola Mucci. Anche Forza Italia chiede che ci si incontri e si mettano da parte i veti per riprendere un cammino condiviso.
Prendendo spunto dalla vicenda delle nomine alla Bellora, il centrosinistra chiede che il sindaco rispetto lo statuto comunale, sottoponendo prima le nomine all’assemblea.
Il primo cittadino, durante l’ultimo consiglio comunale, ha attaccato la famiglia Bellora adombrando il sospetto di una strumentalizzazione politica dietro la protesta della famiglia. Discorso contestato dalla Lega e parzialmente ammorbidito dalla richiesta di dialogo di altre componenti della maggioranza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.