Derubò un coetaneo con delle catene, arrestato 17enne

I fatti risalgono allo scorso primo marzo. Denunciati anche tre giovani per una rissa avvenuta il 29 febbraio

Giovani in manette, o semplicemente denunciati, per risse e furti. Il tutto nel giro di poche ore. Si tratta di due fatti diversi avvenuti entrambi un paio di mesi fa, ma le indagini si sono concluse solo nei giorni scorsi. 
Il primo caso riguarda un 17enne di Quarto Oggiaro che lo scorso primo marzo, in pieno giorno, nel parco pubblico di Uboldo, aveva fermato un ragazzo 16enne, minacciandolo con delle catene. Il giovane non aveva soldi e ha consegnato al ragazzo più grande il proprio giubbotto del valore di circa 200 euro. Il ragazzo di Quarto Oggiaro era poi fuggito a bordo del motorino. Con una serie di indagini i Carabinieri sono giunti al 17enne e la Procura dei Minori di Milano ha disposto il trasferimento nel centro di prima accoglienza, ex carcere Beccaria. Il giubbotto è stato ritrovato e restituito al 16enne.
L’altro caso riguarda invece una rissa che si era consumata lo scorso 29  febbraio in una discoteca di Gerenzano, in seguito alla quale due 18enni di Muggiò finirono all’ospedale per le ferite riportate. Le indagini dei carabinieri hanno portato alla denuncia a piede libero di tre milanesi, di 36, 32 e 31 anni. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.