Gemellaggi europei a confronto

Un convegno organizzato da Euro.com sugli strumenti previsti da Ue e Regione Lombardia

Il gemellaggio europeo è senz’altro un’esperienza positiva per i Comuni che fanno questa scelta, rafforza un senso di cittadinanza attiva,  l’identità e la comprensione tra i popoli dell’Europa comunitaria. Se ne è parlato questa mattina presso la sala CESIL di via Pomini a Castellanza, alla presenza del sindaco Livio Frigoli, padrone di casa, del sindaco di Corbetta Francesco Prina, di Giuseppe Viola, segretario generale dell’AICCRE (sezione italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa) e di Vincenzo Alfieri, ex direttore generale del Comune di Varese e presidente di Euro.com, associazione promotrice del dibattito. La questione centrale era come fare per ricevere i finanziamenti previsti da Bruxelles e dalla regione Lombardia per sostenere almeno in parte la spesa di un gemellaggio (studi, trasferte, scambi e quant’altro). Dopo il saluto iniziale del sindaco Frigoli e di Alfieri, incentrato sull’importanza dei gemellaggi come strumento di conoscenza tra le varie anime della nuova Europa, è intervenuto Giuseppe Viola, precisando gli strumenti che le leggi europee e regionali prevedono per favorire questo genere di iniziative. Infatti sia l’UE che la Regione Lombardia mettono a disposizione sovvenzioni basate sulla qualità pedagogica, sul respiro europeo sulle modalità d’attuazione del progetto di gemellaggio intrapreso. In genere la Regione eroga fondi più limitati rispetto all’UE, coprendo dal 70 fino all’80% (per i piccoli comuni) delle spese previste ed erogando cifre che in genere non superano i 20.000 euro, in base alla legge regionale 7 febbraio 2000 n. 6, che l’art. 5 prevede espressamente questi fondi a sostegno di iniziative di gemellaggio e simili. A chiudere l’incontro è stato Francesco Prina, che ha raccontato la positiva esperienza dei due gemellaggi stretti dalla cittadina del Magentino, prima con Corbas, cittadina francese del Lionese, poi anche con Targoviste, città rumena di 90.000 abitanti ad un centinaio di chilometri dalla capitale Bucarest.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 maggio 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.