Golf nel parco, Legambiente e Prc: «Falsità contro di noi»

Si arroventa la polemica sull'Accademia dello Sport nel Parco Alto Milanese

Riceviamo e pubblichiamo le dure prese di posizione di Legambiente Busto Arsizio e della sezione cittadina di Rifondazione Comunista, chiamati in causa nella conferenza stampa tenuta dai propugnatori del progetto "Accademia dello Sport"

Legambiente giudica inaccettabili le accuse e le falsità dette in una conferenza stampa promossa l’altro ieri dalla cooperativa che vorrebbe realizzare un campo da allenamento golf e uno da pitch and putt nel parco Alto Milanese e da una società golfistica legata a questo progetto.

E’ impensabile che una cooperativa sconosciuta che non ha ancora operato inviti un tale Croce che dice di essere di Legambiente e di stare realizzando uno sconosciuto dossier con Legambiente su ‘Golf e ambiente’ , il cui scopo principale è quello di gettare fango sull’operato della nostra Associazione perché semplicemente si è opposta a questa impattante opera in un parco pubblico.

Tutti gli attacchi giuntici si rifanno alla nostra lettera aperta inviata il 18 marzo nella quale si denunciava la possibile realizzazione del golf e si elencavano una serie di dati; questi dati contestati non erano frutto di nostre strane elucubrazioni, ma sono informazioni e studi dell’associazione Global Antigolf Movement e dall’autorevole rivista New Scientist. Da persone corrette quali siamo, non ci siamo dimenticati di citare espressamente le fonti, peccato che i nostri amici costruttori di campi da golf hanno tralasciato questo importante particolare attribuendoci incompetenze gratuite. Se qualcuno avesse qualche dubbio sulla veridicità delle nostre parole invitiamo a rivedere la nostra lettera originale sul sito http://www.legambiente-sudvarese.org/archivin.htm

Aggiungiamo una importante precisazione che testimonia ulteriormente ‘l’affidabilità’ di coloro che vorrebbero costruire e gestire il golf nel parco: a differenza di quanto insinuato mercoledì non esiste nessuna divisione all’interno di Legambiente. In calce riportiamo degli stralci testuali del Direttore generale di Legambiente Francesco Ferrante arrivati con due diverse e-mail il 17 ed il 27 maggio ‘04:

“…NON C’E’ ALCUN ACCORDO TRA LEGAMBIENTE E ALCUN SOGGETTO INTERESSATO ALLA REALIZZAZIONE DI CAMPI DA GOLF.” “…che Legambiente appoggi la realizzazione di campi da golf è una sciocchezza.” “Paolo Croce non lo conosco e non so a cosa si riferisca quando parla di un fantomatico documento su Golf e Ambiente.” Forse costui avrà cercato di ottenere l’incontro con la segreteria nazionale.

Mettendo da parte le polemiche che non ci hanno mai contraddistinto, questo polverone non fa che confermare i fortissimi interessi che soggiacciono dietro la realizzazione del golf; in questo progetto che consta la bellezza di un milione di euro solo di opere di costruzione non esistono scrupoli nemmeno ad attaccare una Associazione indipendente di volontariato che da anni lavora con serietà e con passione sul territorio. Crediamo che così si voglia sviare l’attenzione dal nocciolo della questione: l’uso del territorio di un parco pubblico e le speculazioni edilizie connesse.

Ma siamo convinti che dopo la burrasca arrivi il sereno; i circoli di Legambiente hanno compiuto battaglie ben più grosse, passando anche attraverso minacce e uscendone sempre a testa alta.

Legambiente Busto Arsizio Stefano Marcora
Legambiente Lombardia e Vicedirettore Nazionale Andrea Poggio


Comunicato stampa Rifondazione

Riguardo all’articolo apparso ieri su Varesenews dal titolo "legambiente busto dice stupidaggini" e riguardante una conferenza stampa relativa al campo di golf malamente "pensato" nel parco alto milanese, vorrei solo aggiungere queste poche mie considerazioni, per il dovere che sento di dare una corretta informazione:

1) il gruppo consiliare del PRC, del quale mi onoro di essere il capogruppo, NON HA RICEVUTO ALCUNA SPIEGAZIONE DA ALCUNO, riguardo al progetto in questione 2) lo stesso gruppo NON E’ PER NULLA RIMASTO SPIAZZATO da niente e tantomeno dal bailamme di dichiarazioni imprecise, faziose e scorrette che si sono susseguite in questi ultimi tempi sulla stampa 3)il presunto DIVARIO tra Legambiente Busto ed altri livelli della stessa organizzazione, oltre a non esserci mai stato comunicato, non cambia di una virgola la nostra posizione: siamo e resteremo contro una scelta (campo di golf all’interno del parco) che va contro tutti i principi che stanno alla base della creazione di un parco (che per noi non è un "campo giochi" ma è molto di più) 4) oltre al merito, lo ribadiamo, è anche il metodo di questa scelta che non ci va: nessuno, pur essendo tenuto a farlo, ha pensato di passare dal consiglio comunale 5) per far luce sulla questione, abbiamo chiesto che la nostra interrogazione sia discussa ed analizzata in una riunione di COMMISSIONE AMBIENTE TERRITORIO E FAUNA, con l’audizione di tutte le parti interessate ed abbiamo avuto recentemente notizia che tale convocazione è prevista ai primi di giugno 6) resta il fatto che ci riserviamo di chiedere IL RITIRO DELLA DELIBERA CHE ISTITUISCE IL GOLF NEL PARCO, qualora i nostri dubbi non saranno chiariti

Antonio Corrado capogruppo Rifondazione Comunista Comune di Busto Arsizio

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.