Rifiuti, il centrosinistra chiede un inceneritore per il nord della provincia

Si teme l'invasione dei rifiuti dal Varesotto se nel nuovo Piano Provinciale dei rifiuti non sarà esplicitamente confermato il secondo inceneritore

 Il rinnovo del Piano Provinciale dei Rifiuti è ormai alle porte, e a Busto Arsizio l’aria si sta facendo pesante, non solo per la presenza del contestato inceneritore di Borsano. Voci circolanti da tempo e con insistenza sostengono che, poichè le popolazioni interessate sono sempre insorte come un sol uomo quando si è trattato di identificare il sito per la costruzione di un nuovo inceneritore nel nord della Provincia, al di fuori dei comuni già serviti dal consorzio Accam, nel nuovo Piano Provinciale dei rifiuti non si parlerebbe affatto della costruzione di un nuovo inceneritore. Il "sottinteso" sarebbe, ovviamente, il conferimento dei rifiuti non riciclabili a Borsano, come da anni temuto e denunciato dal locale comitato ecologico. Per venire incontro a tali preoccupazioni i consiglieri comunali d’opposizione di Busto Arsizio Valerio Mariani (Margherita) e Angelo Verga (Progressisti) hanno presentato una risoluzione al Sindaco Luigi Rosa, che chiede a lui e alla sua Giunta di impegnarsi con forza presso la Provincia affinchè il Piano Provinciale dei rifiuti sia sollecitamente approvato con la conferma della presenza di un secondo inceneritore, e che anzi sia l’amministrazione provinciale stessa ad impegnarsi ad avviare i lavori per il secondo inceneritore entro la scadenza del proprio mandato. Facile a dirsi, meno facile a farsi; resta il fatto che a Busto (e, soprattutto, a Borsano) un inceneritore c’è, fa gola a molti, e i cittadini hanno potuto solo con grande fatica imporvi dei limiti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.