Incendiata la sede dell’Anpi

Muri anneriti e vetri rotti nell'edificio di via Ferrer. Anche scritte naziste sui muri dell'edificio

Atto vandalico contro la sede dell’Associazione Nazionale Partigiani (ANPI) di via Ferrer a Busto Arsizio. Si stima che il fattaccio sia avvenuto poco dopo l’una di notte. I vandali prima hanno rotto i vetri di una finestrella a circa due metri da terra, poi hanno versato un liquido infiammabile cui hanno dato fuoco, lasciando pure come "souvenir" una croce celtica e la scritta "ANPI Raus", prontamente cancellate in mattina da una mano di vernice. 

Oltre al locale che dà sulla strada, danneggiato dalle fiamme, anche un’altra stanza si è riempita di fuliggine.
 Le prime notizie parlavano di un ordigno rudimentale che avrebbe fatto esplodere i vetri dell’edificio con la deflagrazione. Poi il primo dirigente del commissariato di Busto Francesco Scalise ha fatto chiarezza sui fatti. A seguito dell’allarme diramato ai Vigili del fuoco per un principio d’incendio è intervenuta anche la polizia, constatando immediatamente che si trattava di un incendio doloso. «Sono in corso serrate indagini per risalire ai colpevoli» ha detto Scalise.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 settembre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.