Anche la Norfolk line abbandona Luino

La multinazionale si sposta con i suoi dipendenti a Busto Arsizio, a Luino non c'è sviluppo

Addio anche alla Norfolk Line. La multinazionale del trasporto intermodale se ne va a Busto Arsizio a partire dal nuovo anno abbandonando l’area ex-Visnova. Trasferimento in vista per i sessanta dipendenti dello scalo luinese. La società, che si occupa dello scambio intermodale da treno a gomma e viceversa, ha accresciuto il volume di lavoro e non ha ottenuto nuovi spazi, come aveva richiesto alla Rete Ferroviaria Italiana di poter occupare nuovi spazi, attualmente in disuso, della stazione internazionale di Luino non ottenendo l’ok.

Un’altro colpo per Luino che vedrà completamente rivoluzionata la situazione del traffico merci, insieme al caso Cargo, a partire dall’anno prossimo. Notevole anche il colpo all’indotto. Tre o quattro aziende di trasporto su gomma che operano a Luino, in gran parte grazie alla Norfolk Line, subiranno un ridimensionamento forzato a causa del trasferimento. A denunciare la situazione di ennesima crisi è stato il consigliere comunale Giovanni Mele il quale ha attribuito al disinteresse dell’amministrazione comunale e alla mancanza di strategia da parte della Rfi lo spostamento della multinazionale. Ora Luino avrà un’altra area dismessa da recuperare inanellando una serie di abbandoni del settore produttivo che spaventa tutti. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.