Artigianato artistico, sboccia la creatività

Mostra-Mercato alle Ville Ponti. Diverse le iniziative collaterali. Dal 23 ottobre prevista anche una rassegna gastronomica.

Dopo il successo del 2003, riscontrato dall’attenzione del pubblico che ha apprezzato le opere dedicate al tema del volo esposte nei saloni delle Ville Ponti, la “Mostra Mercato dell’Artigianato Artistico Varesino” si propone nel fine-settimana del 30 e 31 ottobre presso il centro congressi di Biumo Superiore con la sua seconda edizione: il tema sarà “Petali, creatività in fiore.

 

L’iniziativa – che si pone l’obiettivo di valorizzare un grande patrimonio del nostro territorio, fatto di alcune delle più importanti creazioni dello spirito varesino – è promossa dalla Camera di Commercio con la Provincia e in collaborazione con Associazione Artigiani della Provincia di Varese, CNA/Confederazione Nazionale dell’Artigianato e ACAI oltre alle rappresentanze provinciali del comparto ristorazione.

 

Una rassegna con le migliori opere ispirate proprio al tema del fiore che vuole offrire una panoramica decisamente interessante sui protagonisti dell’Artigianato Artistico varesino: uomini e donne che con la loro attività quotidiana contribuiscono a riempire un mosaico sorprendente nella ricchezza e nella bellezza dei contenuti.

 

Accanto alle realizzazioni create appositamente per l’occasione e frutto delle capacità di quarantadue artigiani artisti della nostra provincia, la mostra quest’anno s’arricchisce di un’esposizione fotografica intitolata “Le botteghe di ieri e di oggi, creata con la partecipazione di tredici Amministrazioni comunali: Angera, Busto Arsizio, Castiglione Olona, Gallarate, Gavirate, Lavena Ponte Tresa, Laveno Mombello, Luino, Porto Ceresio, Saronno, Sesto Calende, Varese e Viggiù. 

Nelle stesse località, inoltre, domenica 31 ottobre è prevista un’apertura straordinaria di botteghe artigiane ed esercizi commerciali nei centri storici.

Non mancherà neppure un ospite speciale: alle Ville Ponti ci sarà, infatti, uno spazio dedicato a Giovanni Battista Podestà, l’artista lavenese – tra i protagonisti dell’Art Brut del Novecento europeo con le sue opere realizzate utilizzando anche materiale di recupero, quali pezzi di vetro e carte metallizzate – che sarà ricordato a vent’otto anni dalla scomparsa avvenuta proprio a Laveno Mombello nel 1976.

 

Durante il fine-settimana, poi, nel Centro Congressi varesino – insieme alla possibilità di acquistare i prodotti di alcuni artigiani presenti – sono previsti degli eventi collaterali: il laboratorio creativo per bambini a cura dell’Atelier Capricorno (sabato e domenica 31 ottobre dalle ore 15.00 alle 17.00) insieme a un laboratorio creativo per adulti, sempre a cura dell’Atelier Capricorno, che permetterà agli stessi adulti di cimentarsi nella creazione di bouquet di fiori in carta e altri materiali (sempre sabato e domenica dalle ore 15.00 alle 17.00) e a brevi interventi musicali lungo l’intera manifestazione con il clarinetto di Ermanno Librasi e l’ud, uno strumento etnico, di Lorenzo Serafini.

I primi mille visitatori alle Ville Ponti, inoltre, riceveranno come omaggio un segnalibro a ricordo della manifestazione.    

 

La mostra sarà preceduta, a partire da sabato 23 settembre, dalla rassegna  gastronomica “Un fior di menù” in ventun ristoranti della provincia: un’occasione speciale da assaporare al prezzo di 22 euro (bevande escluse). E in più, l’omaggio di Lumière, il portacandela in ceramica raku.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.