Assegnata la casa popolare a Davide Giaramita e sua madre

La notizia è confermata da varie fonti, ma la signora Alagna frena: «Le chiavi non le ho ancora»

Sembra davvero avviata al lieto fine la vicenda di Davide Giaramita e di sua madre Giovanna Alagna. Infatti la casa popolare sarebbe stata loro assegnata in via ufficiale, come confermato da varie fonti. La signora Alagna resta però cauta: «Io le chiavi ancora non le ho avute, dicono che ci sono dei lavoretti da fare prima di potermi dare la casa. Ricordo che per noi tra dieci giorni scatta lo sfratto da dove siamo adesso». Non sono mancate anche di recente frizioni tra la signora e l’assessorato ai Servizi Sociali, irritato dalla pubblicità data dalla stampa alla vicenda.

La condizione della donna e di suo figlio Davide, giunti due anni e mezzo fa dalla Sicilia, da precaria si era fatta disperata la scorsa primavera, quando fu loro revocata la pensione d’invalidità. In seguito, l’incontro con Audio Porfidio e la clamorosa denuncia in Consiglio comunale. E proprio il prossimo consiglio comunale, previsto per martedì 12 ottobre, sarà prevedibilmente caratterizzato da toni piuttosto accesi. Infatti il Sindaco Luigi Rosa avrà il non invidiabile compito di relazionare sul comportamento dell’amministrazione in questo caso, e le opposizioni sono pronte a mettere all’angolo la giunta – per tacere di Porfidio, naturalmente, che ha ancora parecchi sassolini nelle scarpe da togliersi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.