Auguri signor Presidente

La nostra provincia assiste ancora a un gesto terribile. Questa volta colpisce una persona conosciuta. Un uomo che ha ricoperto e ricopre cariche pubbliche.
Massimo Ferrario, insieme alla moglie hanno subito una delle più terribili aggressioni. Mai più i due coniugi potevano aspettarsi un simile trattamento da parte di un figlio. E invece così è stato.
Saranno le indagini a svelarne le ragioni, ma intanto resta l’incredulità, lo smarrimento di fronte a questa violenza.
Sembra davvero una società che cova ogni giorno forme di impazzimento. E le cova al proprio interno.
“Ogni epoca si contraddistingue per le sue malattie”, diceva anni fa Giorgio Gaber. La nostra sembra davvero preda di un totale smarrimento che può colpire chiunque.

Tra Varesenews e Massimo Ferrario non è mai corso buon sangue.
In questo momento però vogliamo stringerci vicini a lui, a sua moglie e ai suoi figli. Augurando a tutti loro la forza di ritrovare una serenità che in pochi minuti è andata in frantumi in modo drammatico.
Un augurio non solo di pronta guarigione, ma anche di pace perché la sua famiglia possa tornare a vivere la normalità. La follia di un momento può anche aver radici, ma solo quelle vanno estirpate e non il progetto di crescere insieme.
Auguri Presidente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.