Azzurra Air all’asta

In vendita la licenza d’esercizio e diritti di volo, uno spiraglio per i dipendenti

Azzurra Air va all’asta. Il 9 novembre prossimo presso il Tribunale di Busto Arsizio, si deciderà il destino della compagnia aerea fallita a luglio, lasciando a casa 140 dipendenti, privi di stipendio da gennaio.
Sarà un asta pubblica, nella quale sarà messo in vendita ciò che rimane del patrimonio della defunta società: non i veivoli, che non ci sono già più, ma le licenze d’esercizio trasporto aereo e i diritti relativi e connessi. E ancora: la documentazione tecnica aeromobili e le divise per piloti, per personale di volo e personale di terra.
Valore complessivo stimato intorno ai 300mila euro.
Per i dipendenti, ancora in cassa integrazione, potrebbe essere uno spiraglio. L’acquisizione di una licenza di una compagnia fallita è una pratica che consente di abbreviare la tempistica di un normale iter di accreditamento da parte di un nuovo soggetto.
L’auspicio è che l’affare possa attrarre qualche società interessata a rilevare il pacchetto e a reintegrare il personale lasciato a casa. Un auspicio, al momento nulla di più. 
I lavoratori intanto attendono che la propria situazione si modifichi. Che dalla cassa integrazione vengano collocati in mobilità, la sola via che possa preludere ad un recupero delle loro precedenti funzioni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.