Banca e Confidi insieme per aiutare gli artigiani

Stipulato il primo accordo "vero", e non una semplice convenzione, tra un consozio fidi e una Banca. In nome di Basilea 2

BPU Banca, gruppo bancario della Banca Popolare di Bergamo e della Banca Popolare Commercio e Industria, presente in Lombardia con complessivi 495 sportelli ha definito con Artigiancredit Lombardia, (consorzio regionale unitario che raggruppa 38 consorzi di garanzia soci, 136.000 imprese associate, 465 milioni di euro garantiti nel 2003) una nuova e innovativa iniziativa destinata a sostenere il rafforzamento della struttura patrimoniale delle imprese associate ai Confidi Soci di Artigiancredit.

Questa iniziativa, operativa a livello regionale, prevede lo stanziamento, da parte della Banca Popolare di Bergamo e della Banca Popolare Commercio e Industria di un plafond complessivo di 20 milioni di euro e si concretizza con la concessione di finanziamenti a medio termine pari all’importo dei "conferimenti di capitale" effettuati dai titolari delle aziende per il riequilibrio ed il rafforzamento della struttura patrimoniale.

I beneficiari di questa iniziativa sono le imprese artigiane e le PMI, costituite in forma di società o di ditta individuale appartenenti a tutti i settori merceologici purchè iscritte alle Camere di Commercio lombarde ed associate all’Ente di garanzia convenzionato con la banca, socio di Artigiancredit Lombardia e firmatario dell’accordo quadro.

L’erogazione dei finanziamenti avverrà a condizioni economiche favorevoli per quelle imprese associate ai Confidi convenzionati che si avvalgono, per tutta la durata del finanziamento, della consulenza finanziaria e del “tutoraggio” dei Confidi stessi, secondo le modalita’ concordate tra BPU Banca e Artigiancredit.

Nell’ambito della collaborazione impostata fra BPU, Artigiancredit Lombardia ed il sistema dei Confidi artigiani lombardi, e nell’ottica di valorizzare le competenze e il ruolo dei Confidi stessi, alcune attività nei confronti delle imprese beneficiarie verranno svolte dai Confidi convenzionati con la collaborazione di Artigiancredit.

Almeno 20 imprese con programmi di capitalizzazione, individuate da parte di Artigiancredit sulla base dell’ordine cronologico delle delibere dei Confidi convenzionati, potranno godere di un finanziamento (per un massimo di 100.000 euro) a tasso particolarmente agevolato, per un plafond complessivo di 2 milioni di euro.

Le garanzie richieste saranno di norma solamente quelle rilasciate dai Confidi convenzionati, in misura variabile in funzione delle modalita’ di versamento e della tempistica dei conferimenti effettuati dai soci/titolari delle imprese artigiane e del merito creditizio.

L’ iniziativa si colloca in un momento in cui il tema del finanziamento delle imprese di piccola dimensione e della loro capitalizzazione è di cruciale importanza, anche in vista di Basilea 2.

Questa proposta, che nasce dal tavolo permanente di lavoro "Sviluppo Industrie Artigiane Lombarde", recentemente costituito da BPU Banca ed Artigiancredit Lombardia con lo scopo di individuare e offrire finanziamenti sempre più efficaci e "su misura" per il sostegno delle imprese artigiane presenti sul territorio, rappresenta un importante segnale di rinnovamento e sviluppo della partnership tra banca e il sistema associativo artigiano.

Altre proposte di carattere innovativo, frutto del tavolo di lavoro “Sviluppo Industrie Artigiane Lombarde”, sono in fase di definizione.

Allo scopo di rendere immediatamente operativi i contenuti e i processi dell’accordo e di ufficializzare la collaborazione raggiunta per sostenere il finanziamento delle imprese artigiane e delle PMI, i rappresentanti di BPU Banca e dei 38 consorzi fidi aderenti ad Artigiancredit Lombardia si incontreranno a Milano nel pomeriggio di venerdi 22 ottobre.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.