Bestie di Satana, profanata la tomba di famiglia di “Ozzy”?

L'atto vandalico nella notte tra sabato e domenica al cimitero alle porte di Milano. Dal comune smentiscono, ma il legale ha già fatto denuncia ai carabinieri

La tomba di famiglia di Paolo Leoni, meglio noto come "Ozzy", uno dei più sinistri membri delle Bestie di Satana, è stata profanata da ignoti nella notte tra sabato e domenica. Questi, secondo i legali di Paolo Leoni, gli estremi della niotizia che ha fato capolino fra le cronache dei giornali a partire dalla mattinata di oggi.

Notizia in parte smentita, nel pomeriggio, dal comune di Corsico. "Una verifica sul posto effettuata dagli uffici comunali, infatti, permette di dire con certezza che le cellette ossario di Paolo Leoni e Leila Leoni sono intatte – fanno sapere dal comune. Non vi è alcun segno che possa far supporre il tentativo di profanazione delle cellette stesse". Confermano dal comune che l’unica parte della tomba mancabte è la fotografia di Paolo Leoni, caduta, però, oltre tre settimane fa e consegnata al custode del cimitero.

Nel cimitero di Corsico sono sepolti la sorella e il padre (già noto alle cronache per l’assassinio della cantante Maddalena Russo nel 1985, sempre a sfondo satnico) del sinistro leader della setta. Il legale di Leoni, l’avvocato Traini ha comunque annunciato di aver sporto denuncia contro ignoti presso la locae stazione dei carabinieri.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.