Columbus Day: la Rosa Camuna e la Grande Mela a braccetto

La Regione Lombardia si presenta al Columbus Day: al centro dell'attenzione la montagna, in attesa di Bormio 2005

Per il terzo anno consecutivo la Regione Lombardia parteciperà nella Grande Mela alle celebrazioni del Columbus Day, che commemora la scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo e il forte legame storico tra l’Italia e gli Stati Uniti; questa edizione vedrà la rappresentanza lombarda dedicare la sua partecipazione al tema della montagna, anche in vista dei Mondiali di sci di Bormio (28 gennaio-13 febbraio 2005) e dei Mondiali di Mountain Bike in programma a Livigno la prossima estate. Non a caso, oltre alla rappresentanza del Consiglio regionale lombardo, a New York sono presenti la Provincia di Sondrio, la Comunità Montana dell’Alta Valtellina e i Comuni di Bormio e Livigno oltre agli sponsor ufficiali (AEM, Ferrovie Nord Milano Esercizio, Agusta/Westland  e Alitalia).

Il Presidente del Consiglio regionale lombardo Attilio Fontana ha chiarito il senso della presenza del Pirellone a New York. «Nello spirito della manifestazione, che getta un ponte ideale tra le due sponde dell’Oceano, la nostra presenza ha voluto proporre al pubblico un aspetto della nostra regione non ancora ben conosciuto: l’ambiente naturale, il patrimonio non solo storico- artistico ma anche umano e culturale, fortemente vocato all’accoglienza turistica e alla qualità della vita. L’obiettivo è rilanciare l’economia legata al territorio montano lombardo, le offerte di turismo invernale, le tradizioni e le usanze alpine, rendendo i Mondiali di sci una festa internazionale di intrattenimento popolare. Riproporre usanze e costumi diventa, inoltre, uno strumento  per consolidare quel legame con la propria terra di cui la gente lombarda va fiera».

Giuseppe Adamoli, consigliere segretario dell’ufficio di presidenza e Presidente del Comitato organizzatore istituzionale: “In un evento che simboleggia la capacità e l’intraprendenza degli italiani in America, i lombardi e la Lombardia non potevano mancare. Il filo rosso che si è voluto proporre in questa edizione della manifestazione intende coniugare tradizioni, ambiente naturale e aspetti di modernità, come la nostra industria turistica è in grado di proporre a un pubblico sempre più vasto e sempre più esigente. Per questo motivo abbiamo voluto collaborare alla promozione dei Mondiali di sci e di mountain bike della Valtellina”.

Da martedì 5 a sabato 9 sarà allestito in Grand Central Station, nella sala  Vanderbildt, il villaggio Lombardia, ricostruzione di un villaggio alpino con desk informativi per la promozione turistica e la presentazione degli eventi che vedranno protagonista nel 2005 la Valtellina. Degustazioni di prodotti tipici, filmati e mostre di fotografie e poster storici sono alcune delle numerose iniziative tramite le quali la nostra regione cercherà di stuzzicare la curiosità degli americani (e non solo) presenti ai festeggiamenti del Columbus Day.

Il Consiglio regionale della Lombardia sarà presente il 9 ottobre all’incontro con i rappresentanti istituzionali di New York e l’11 alla tradizionale Parata sulla Quinta Strada, dove la delegazione lombarda, preceduta dallo striscione del Consiglio, sarà guidata dai componenti dell’Ufficio di Presidenza: Attilio Fontana, Fiorenza Bassoli, Giuseppe Adamoli e Luciano Valaguzza. 

Un breve resoconto dei momenti più significativi e le immagini più belle della presenza lombarda alle passate edizioni del Columbus Day sono consultabili sul sito Internet del Consiglio regionale della Lombardia agli indirizzi:

EDIZIONE 2003: http://www.consiglio.regione.lombardia.it/Nuovo/rlweb/notizie/notizie_immagini.php?mid=18

EDIZIONE 2002

http://www.consiglio.regione.lombardia.it/Nuovo/rlweb/notizie/notizie_immagini.php?mid=50

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.