Conferenza di 78 territori al Pirellone

Lunedì e martedì riunione dei rappresentanti dei parlamenti delle Regioni d’Europa

Nell’anno del nuovo Trattato costituzionale europeo, la sessione plenaria della CALRE, la Conferenza delle assemblee legislative regionali europee, si terrà a Milano, nell’Aula del Consiglio regionale della Lombardia.

La riunione dei rappresentanti dei parlamenti  delle Regioni d’Europa  discuterà i temi del nuovo Trattato costituzionale europeo, della Carta delle Regioni,  dei rapporti fra le assemblee regionali,  i Parlamenti nazionali e le altre istituzioni europee, della cosiddetta E-democracy.

Nella serata di lunedì si riuniranno i Presidenti dei Consigli regionali italiani, mentre al termine dei lavori della Conferenza,  nella sessione pomeridiana di martedì 26 ottobre, l’assemblea redigerà un  documento di indirizzo, che prenderà il nome  di “Dichiarazione di Milano”.

Le sessioni della Conferenza saranno  coordinate, alternativamente,  da Attilio Fontana, Presidente del Consiglio regionale della Lombardia e da Riccardo Nencini, Presidente della Assemblea regionale della Toscana e della stessa CALRE. E’ previsto un saluto del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni.

Fra i relatori, Juan Atutxa Mendiola, Presidente del Parlamento Basco, Stephen G. Lakis, Presidente della “State Legislative Leaders Foundation”,  Alessandro Tesini (Presidente dell’Assemblea del Friuli Venezia Giulia), il Presidente del parlamento del Galles, Elys Dafydd Thomas, della Catalunya, Ernest Benach i Pascual, della Carinzia , Jorg Freunschlag e del parlamento di Bruxelles Capitale, Eric Thomas. Ai lavori parteciperà, in videoconferenza, anche il Presidente dell’Assemblea del Gerderland (Olanda).

Della Conferenza fanno parte 78 regioni,  che appartengono a 8 Paesi europei, le quali rappresentano insieme 200 milioni di abitanti. In particolare, la CALRE comprende i parlamenti delle comunità autonome spagnole; i consigli regionali italiani; le assemblee delle regioni e comunità belghe; i parlamenti sia dei Länder austriaci che dei Länder tedeschi; il parlamento autonomo di Åland (Finlandia); le assemblee regionali delle Azzorre e Madeira (Portogallo); e quello di Scozia, Galles e Irlanda del Nord (Regno Unito).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.