Contro gli sprechi, trasporto dei dipendenti gratis

La proposta dell'Associazione "La grande famiglia"

 Riceviamo e pubblichiamo

Ogni anno dopo le ferie riprendono le attività lavorative e ricominciano i grandi flussi di autoveicoli e mezzi commerciali, con enormi costi (aggravatisi nelle ultime settimane per i rialzi dei prezzi dei carburanti) economici ed ambientali.

Dobbiamo sentirci tutti in dovere di proporre accorgimenti e soluzioni per arginare il problema in tempi brevi.
Ci rivolgiamo principalmente alle grandi aziende e alla Società di gestione Aeroportuale Sea, alle forze politiche, economiche e sociali proponendo di collaborare attivamente ad organizzare il trasporto gratuito dei dipendenti che ai fini delle imposte sui redditi e dell’Irap è un costo deducibile, è ammessa la detrazione dell’Iva ( art. 19 primo comma D.p.R. 633/1972) in quanto acquisto di servizi inerenti all’impresa, e non è un costo per il dipendente in quanto il valore del servizio non concorre alla formazione del reddito (vedi documentazione di Roberto Fanelli e Luigi Marotta- Ipsoa Editore).

Il beneficio di questo servizio avrebbe ricadute positive sull’ambiente, le aziende potrebbero dedurne i costi, i dipendenti avrebbero un risparmio sulle loro automobili oltre che sugli spostamenti e si potrebbe fare assumere i lavoratori dell’Alfa di Arese per fare questo servizio.

Chiediamo pertanto la massima collaborazione di tutti gli enti pubblici, privati e associazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro assieme alla nostra e alle altre associazioni dei consumatori, per ridurre con questa ed altre iniziative lo smog e lo stress da circolazione che appesantisce all’inverosimile gli spostamenti in questa regione.

Il Presidente dell’Associazione Consumatori " La grande Famiglia"
Giuseppe Criseo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.