Crisi Volare, dipendenti in agitazione

Incontro tra proprietà e sindacati senza novità: nessuna ricapitalizzazione. Assemblea dei 1.400 lavoratori

«L’incontro con la proprietà si è concluso senza elementi di concretezza e giovedì valuteremo con i lavoratori eventuali manifestazioni o presidi per far sentire la nostra voce». Si è concluso con un nulla di fatto l’incontro tra la proprietà di Volare Group e i sindacati che chiedevano comunque di sapere qualche cosa su quello che chiedevano da tempo: la ricapitalizzazione dell’azienda.

L’incontro tra proprietà, rappresentata dal presidente Gambaro e dal vicepresidente Nardi, e sindacati si è svolto nel pomeriggio di mercoledì: «I lavoratori non hanno nemmeno ricevuto l’ultimo stipendio – spiega Gianni Argiolas della Filt-Cgil -. La proprietà ha assicurato che la questione sarà sistemata, ma siamo in attesa. Sicuramente il momento non è dei migliori». Infatti, soltanto la settimana scorsa la crisi di Volare Group aveva subito un duro colpo con le dimissioni dell’amministratore delegato Andrea Molinari e l’attenzione intorno alla sorte della compagnia di volo è molto alta.

Intanto, nel pomeriggio di giovedì a Malpensa si svolgerà un incontro tra i sindacati e i 1.400 lavoratori di Volare. «Valuteremo con i dipendenti – prosegue Argiolas – come affrontare la situazione. Non escludiamo la possibilità di mettere in campo iniziative come manifestazioni o presidi di fronte alla Provincia di Varese».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.