Farabello ci mette la grinta, Becirovic la classe: Varese batte Napoli e fa felice i tifosi

L’argentino non sbaglia un colpo, lo sloveno inventa magie, il resto della squadra regge alla grande l’urto partenopeo (97-91)

La “Varese che vogliamo” è andata in scena in un PalaIgnis bollente di fronte a Napoli, ancora imbattuta in questo primo scorcio di stagione. Gran partita davvero per la squadra di Cadeo che zittisce gli scettici e dimostra quella tenuta mancata ad Udine. La vittoria ha il volto furbo di Daniel Farabello che dopo tre partite incolori mette insieme 22 punti con uno strepitoso 6 su 6 nelle triple, con 4 assist e 6 recuperi. L’altra faccia della vittoria è quella di Sani Becirovic, per certi tratti di gara un marziano tra gli umani. Il suo assist in terzo tempo per la schiacciata al volo di Nolan rimarrà impressa a lungo negli occhi dei tifosi; lampo di classe pura tra i tanti regalati dallo sloveno questa sera.

 

Primi minuti da stropicciarsi gli occhi per i varesini: dopo la bomba di Penberthy c’è un filotto di 16 punti e di bel gioco con tutti gli effettivi di Cadeo a segno e con Callahan, preferito a Bowdler, a fare legna sotto i tabelloni. Mazzon, dopo un time out e parecchia difficoltà, trova un buon Allen che con una tripla ed un assist rivitalizza la Pompea. Proprio le folate del play, unite a qualche palla persa di troppo in casa varesina, permettono agli ospiti il riavvicinamento anche se sulla sirena Nolan schiaccia a canestro un assist di Farabello (23-17).

Il play argentino, più incisivo utilizzato da “sesto uomo”, inventa una bella tripla in avvio di secondo quarto, benzina nel motore di Varese della miglior marca, la stessa servita da Allegretti e Meneghin per il 34-21. Cadeo toglie un Bowdler ancora spaesato, Meneghin dà l’esempio a qualche contestatore applaudendo ed incoraggiando il compagno. Trepagnier e compagni a turno provano a svitare la lampadina a Varese, ma Becirovic (bomba-assist-assist-bomba) schiaccia sull’interruttore della luce ad ogni occasione (49-38). Il rookie Spinelli (bravo, bella notizia per l’italbasket) ci prova con successo però di nuovo un indemoniato Farabello imbuca una bomba dall’angolo sotto la Nord che esplode sulla seconda sirena (54-42).

 

La seconda metà incomincia con il freno tirato per Varese cui la Pompea rosicchia subito otto punti con Penberthy che punisce a caro prezzo l’unica amnesia difensiva di Digbeu, fino a quel momento ottimo in marcatura. Farabello caccia indietro con un trepunti di rabbia Napoli, giunta molto vicina però Trepagnier stoppa qualsiasi cosa passi sul suo ferro e trasforma da lontano. Cadeo prova a far girare gli uomini in una squadra che sembra aver smarrito punti e fiato e quando Allen imbuca da fuori il riaggancio è cosa fatta (63-63). Di nuovo Farabello carica i compagni sulle spalle: quinta tripla a segno e palla rubata che manda Digbeu al più facile dei contropiedi (69-65 al 30’).

 

Il periodo decisivo si apre con un Digbeu prolifico a dispetto dei primi tre quarti, dopo la solita apertura firmata da Farabello (76-67 al 32’). Napoli però non molla e, complici due palle perse ed un “passi” inventato ai danni di De Pol, si riporta sotto. Bravo Mason Rocca (6 punti in un amen). A 3’ dal termine Varese mantiene qualche lunghezza di scarto però Andersen punisce i biancorossi con un gioco da 3 molto pesante (85-82). Meneghin rispolvera una penetrazione delle sue al momento adatto, Digbeu trova una tripla d’oro ed un appoggio da vicino su assistenza dello stesso Andrea. Napoli sbanda sotto di otto, Nolan l’aiuta commettendo passi, Allen la spinge facendo commettere il quinto fallo a Becirovic e segnando i liberi (92-86). Brividi d’autore con Farabello che perde palla e la recupera nella stessa azione. Nolan si fa respingere la schiacciata decisiva dalla terza stoppata di Trepagnier. Allen segna ancora dalla lunetta però Farabello costringe Trepagnier all’antisportivo. Farabello ringrazia e infila i liberi che lo consacrano MVP della serata: bentornato. Finisce 97-91, un risultato che ci voleva: domenica arriva Siena e Varese ha le credenziali giuste per affrontarla.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.