Fino a quando stranieri in Italia?

Convegno della Cgil lombarda. Le pratiche amministrative per i cittadini immigrati

E’ ormai sotto gli occhi di tutti l’entità del fenomeno immigrazione nel nostro paese.

In Lombardia la presenza di uomini e donne provenienti da paesi extraeuropei o neoeuropei ha raggiunto un numero significativo; infatti ci sono scuole a Milano con il 30% di alunni stranieri, interi settori produttivi sono sostenuti dalla manodopera immigrata e nelle grandi aree urbane la presenza straniera si aggira ormai intorno al 15%.

In Lombardia, i cittadini provenienti da altri paesi del mondo sono circa 580.000, il 7% della popolazione.

La scarsa natalità, la più bassa d’Europa, e l’aumento dell’aspettativa di vita in Italia rendono quanto mai necessaria la presenza di forza lavoro proveniente da altri paesi del mondo.

Se quello del lavoro è un utile dato di partenza per affrontare il fenomeno dell’immigrazione, non è certamente un dato esaustivo e per una organizzazione come la CGIL non può essere disgiunto dal tema dei diritti della persona e della difesa della sua dignità.

Ecco il senso dei tre seminari che intendono approfondire tre questioni oggi centrali per gli immigrati in Italia.

    Ø       Il disbrigo delle pratiche amministrative per i cittadini immigrati;

    rinnovo dei permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, etc…

    Ø       Giudice di pace e tutela dei diritti alla persona;

    decreto 241/04 approvato dal Consiglio dei Ministri

    Ø       Il rapporto tra legge 30 e Bossi Fini;

    precarietà nel lavoro e rinnovo del permesso di soggiorno

Sono argomenti che spesso ci troviamo ad affrontare nei territori e nei luoghi di lavoro.

Partecipare ai seminari vuol dire gettare uno sguardo su una realtà a noi prossima, che merita grande attenzione per un futuro che sarà inevitabilmente multietnico e multiculturale.

La difesa dei diritti di ognuno di noi rafforza i diritti della collettività in cui viviamo.

Se qualcuno è senza diritti prima o poi sarà l’intera collettività a pagarne le conseguenze.

Fino a quando stranieri in Italia?

Le  pratiche amministrative per i cittadini immigrati

Milano, 25 ottobre 2004 ore 9.30

Camera del Lavoro

Sala De Carlini

Corso di Porta Vittoria, 43

Ore 9.30        Presentazione dell’iniziativa
                Giuseppe Vanacore Segr. CGIL Lombardia         

Ore 9.40        Introduzione
                Graziella Carneri Segr. CdL Milano

Ore 10.10       La questura
                Renato Lampasona  SILP CGIL

Ore 10.30       Il cittadino straniero
                Ndiaye Ndiogou
                Coordinamento Immigrati CGIL Brianza

Ore 11.00       L’esperienza di Brescia
                Clemente Elia Ufficio Stranieri CGIL Brescia

Ore 11.20       Le Imprese
                Esponente Confindustria*
               
                Pausa caffè

Ore 12.00       Gli Enti Locali
                Massimo D’Avolio sindaco di Rozzano

Ore 12.20       Le associazioni
                Sergio Silvotti  Presidente ARCI Lombardia

Ore 12.40       Dibattito      

Ore 13.30       Conclusioni
                Piero Soldini CGIL Nazionale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.