Gallarate torna a essere cittadella della musica

Dal 15 al 17 ottobre seconda edizione del Gallarate Jazz Festival

Al via la seconda edizione del Gallarate Jazz Festival, che si svolgerà dal 15 al 17 ottobre prossimo. Dopo il grande successo dello scorso anno, anche questa nuova edizione propone momenti di alta qualità artistica nel panorama internazionale del jazz, con cinque appuntamenti suddivisi su tre serate e nomi del calibro di Marco Detto, Laura Fedele, Franco D’Andrea. Michele Franzini, Emanuele Cisi,Flavio Boltro, Eric Legnini e il grande fotografo di jazz Pino Ninfa.

Palcoscenico della manifestazione sarà il Teatro delle Arti di via don Minzoni.

«L’obiettivo principale – spiegano infatti l’Assessore alla Cultura del Comune di Gallarate Roberto Delodovici e il direttore del Centro Espressione Musicale Max De Aloe – unitamente a quello di offrire comunque alti momenti musicali, è anche il riuscire ad avvicinare a una forma quale è il jazz persone che possono definirsi “neofiti”, persone che non conoscono questo tipo di musica, ma che vogliono avvicinarsi a comprenderlo».

E infatti, alle serate musicali si uniscono altri due appuntamenti di tipo divulgativo: il primo, venerdì 15 ottobre in mattinata al Teatro delle Arti, dedicato agli studenti delle scuole medie superiori, con la proiezione del film “Bird” diretto nel 1988 da Clint Eastwood, storia del grande jazzista e saxofonista nero Charlie Parker, ritenuto pioniere di un nuovo stile musicale (l’iniziativa è in collaborazione con i licei scientifico e classico di Gallarate e il film sarà presentato dalla professoressa Cristina Boracchi e dal professor Roberto Piraino). Il secondo momento dedicato principalmente a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al jazz è invece fissato per sabato 16 ottobre alle 16.30 alla Sala Impero di via Foscolo, con una conferenza a ingresso libero dal significativo titolo “Introduzione al linguaggio del jazz”, a cura del critico musicale Maurizio Franco, uno dei più grandi musicologi italiani. Scopo dell’incontro è proprio quello di spiegare a chi non conosce il jazz, ma vuole capirne di più, come ascoltare questo tipo di musica, che cosa accade durante l’ascolto del jazz, unitamente a cenni storici per scoprire quale è la chiave di lettura di questo genere musicale.

Per quanto riguarda i concerti (l’ingresso a una singola serata è di 5 euro, l’abbonamento alle tre serate è invece di 12 euro), la manifestazione sarà aperta il 15 ottobre alle 21.30 al Teatro delle Arti dal duo Marco Detto al pianoforte e Marco Ricci al violoncello: si tratta di jazzisti che vantano collaborazioni con Eddie Gomez, Lenny White, Lee Konitz, Billy Cobham, Paula West, nonché numerose partecipazioni a festival jazz italiani e internazionali. Presentano “Da Lontano”. L’esordio professionale di Marco Detto risale al 1982 come sideman in varie formazioni jazzistiche, quello jazzistico di Marco Ricci al 1987. Da anni collaborano come duo.

A seguire, sempre venerdì 15 ottobre, Laura Fedele, poliedrica cantante, pianista e compositrice, che sarà voce, piano e fisarmonica accompagnata da Francesco Licitra a sax e clarinetto, Stefano Dall’Ora al contrabbasso e Marco Castiglioni a batteria e percussioni: Laura Fedele interpreta un progetto particolare, proponendo canzoni del genio anticonformista di Tom Waits, da lei liberamente tradotte in italiano e riadattate, in uno spettacolo dove la matrice jazz/blues si sposa con echi circensi e sperimentazioni elettroniche.

Sabato 16 ottobre alle 21.30 “Duet” porta in scena al pianoforte Franco D’Andrea, tra i jazzisti italiani più considerati nel mondo, accompagnato da uno dei più grandi fotografi di festival jazz in Italia, Pino Ninfa: uno spettacolo in cui la musica e la fotografia raccontano storie, segni, ricerche attraverso immagini e suoni.

A seguire, ancora sabato 16 ottobre, il Michele Franzini trio (con Tito Magialajo Rantzer al contrabbasso e Massimo Pintori alla batteria). Ospite sarà il grande saxofonista Emanuele Cisi. Da ricordare che Franzini (al pianoforte) ha studiato pianoforte e armonia inizialmente proprio a Gallarate, all’Istituto “Puccini”. Il concerto privilegia le sonorità acustiche e propone in gran parte composizioni originali dello stesso Franzini.

Il Flavio Boltro Quartet conclude la seconda edizione del Gallarate Jazz Festival domenica 17 ottobre alle 21.30: Boltro, uno dei più grandi trombettisti italiani sulla scena jazzistica internazionale, si esibisce con Eric Legnini al pianoforte, Diego Imbert al contrabbasso e Franck Agulhon alla batteria. Flavio Boltro, italiano ma ormai parigino d’adozione, ha avuto l’opportunità di suonare con i più grandi jazzisti internazionali, tra i quali il grande Michel Petrucciani. Diventato una vera star in Francia viene oggi invitato in Italia, a Gallarate, ad esibirsi con il suo fantastico quartetto formato da musicisti francesi, per proporre un jazz esplosivo.

Durante la serata conclusiva l’Amministrazione Comunale di Gallarate – Assessorato alla Cultura consegnerà anche una targa di riconoscenza e gratitudine per quanto fatto per il jazz e la cultura a Peppo Spagnoli, produttore discografico della Splasc(h) Records.

“L’obiettivo che ancora una volta il Gallarate Jazz Festival si propone – spiega inoltre  l’Assessore Delodovici – è quello di creare in Città un evento musicale che abbia non solo la prerogativa dell’aggregazione attraverso la musica, ma anche la caratteristica di un momento culturale dai contorni precisi, riconoscibile negli anni e di sicura rilevanza nazionale. Il successo dello scorso anno ci ha rafforzato nella convinzione di aver imboccato una strada vincente e molto apprezzata: quest’anno tornano a Gallarate grandi nomi del jazz, per proporre tre giorni di grande musica e grande cultura”.

 

IL PROGRAMMA

 

GALLARATE JAZZ FESTIVAL

Seconda edizione – 15/17 ottobre 2004

TEATRO DELLE ARTI – GALLARATE  – inizio concerto ore 21.30

 

 

Venerdì 15 ottobre 2004

 

MARCO DETTO DUO presenta “Da Lontano”

Marco Detto – pianoforte

Marco Ricci – violoncello

 

LAURA FEDELE QUARTET   interpreta Tom Waits

Canzoni di Tom Waits liberamente tradotte in italiano  e riadattate da Laura Fedele

Laura Fedele –  voce, piano e fisarmonica

Francesco Licitra – sax e clarinetto

Stefano Dall’Ora – contrabbasso

Marco Castiglioni – batteria e percussioni

 

 

Sabato 16 ottobre 2004

 

FRANCO D’ANDREA e PINO NINFA  presentano “Duet”

Franco D’Andrea –  pianoforte

Pino Ninfa – fotografie

La fotografia e la musica , la ricerca di uno scambio, di un segno , di una storia da raccontare attraverso le immagini e il suono di un pianoforte.

 

MICHELE FRANZINI TRIO ospite EMANUELE CISI

Emanuele Cisi – sax tenore e soprano

Michele Franzini – pianoforte

Tito Mangialajo Rantzer –  contrabbasso

Massimo Pintori – batteria

 

 

Domenica 17 ottobre 2004

 

FLAVIO BOLTRO QUARTET

Flavio Boltro – trombra

Eric Legnini  – pianoforte

Diego Imbert – contrabbasso

Franck Agulhon – batteria

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.