Golf, uno sport tutt’altro che snob

Dal 14 al 16 ottobre nel centro fieristico si terrà il "Golf Italia expo". Circa 130 espositori provenienti da tutto il mondo

Sei solo con te stesso e la natura. E la vittoria dipende solo da quanto la mente e il corpo riescono ad essere un tutt’uno. "Lo zen e il gioco del golf " non è stato ancora scritto, ma la dimensione di armonia e consapevolezza della propria presenza nel mondo possono passare anche da un green, dalla parabola di una pallina che accarezza l’aria e da una buca in attesa.  «La mia mente è la miglior arma che ho a disposizionne…la psicologia del golf è complicata…è un altro gioco all’interno del gioco stesso», dice il campione Tiger Woods. (sopra: il golf club le Robinie)

Considerato, a torto, uno sport per snob, elitario o per ricchi nullafacenti, il golf è invece una disciplina molto praticata nel mondo e a tutti i livelli. In Italia gli atleti iscritti alla federazione sono 82 mila e almeno un milione nel resto d’Europa. Il Bel Paese conta 293 campi, destinati a superare quota 300 per la prossima apertura di 15 nuovi impianti. Nella gestione si sta facendo largo la logica  del "pay and play!" (paga e gioca), senza  doversi accollare per forza l’iscrizione al club, e dei campi pratica, dove i principianti possono avvicinarsi alla disciplina in tutta scioltezza, come nel caso del Panorama Golf che è a due passi dal centro di Varese. In Lombardia sono 59 i campi, di cui 5 nella nostra provincia.
Malpensa Fiere ospiterà dal 14 al 16 ottobre il "Golf Italia expò", salone internazionale del golf, a cui parteciperanno 130 espositori distribuiti su un’area di 15mila metri quadrati. Gli appassionati vi potranno trovare attrezzature, abbigliamento, calzature e accessori vari: dai carrelli alle sacche, dalle palline ai trofei. Non potevano mancare le società con attività di servizi come assicurazioni, editori, federazioni, organizzatori eventi, progettazione e manutenzione campi. Un aspetto quest’ultimo molto sentito dalla Federazione italiana golf  (FIG), che ha lanciato il progetto "Impegnati nel verde" per sensibilizzare concretamente i circoli di golf ad attuare una corretta gestione ambientale.

A Varese il golf ha una lunga storia che inizia nel lontano 1897, su un percorso di nove buche nel parco del Grand Hotel Excelsior. Nel 1934 si trasferisce a Luvinate, incastonato tra il laghi e le Alpi che donano ai giocatori visioni mozzafiato e con  un antico  monastero benedettino del 1300 a fare da club house. Un 18 buche e 72 par che nel 1958 ha ospitato l’Open d’Italia.  (foto: campo pratica del "Golf Panorama" a Varese)
La storia è continuata e dopo il
"Golf club Varese" di Luvinate ne sono nati altri quattro: "Le Robinie" a  Solbiate Olona, l’European Golf Club a Ispra, il Golf dei laghi a Travedona Monate e  il Panorama golf.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.