I vertici Ds sostengono Fassino

Presentata la serie di appuntamenti che porterà al congresso nazionale di Roma. Lista Unitaria e Federazione dell'Ulivo gli obiettivi principali

I vertici Ds di Varese sono uniti e viaggiano al fianco di Fassino verso il congresso del partito che si terrà nel Febbraio 2005 a Roma. L’obiettivo è quello di presentare una lista unitaria in vista delle elezioni regionali del 2006, seguendo ledirettive contenute nella mozione Fassino “Per vincere. La Sinistra che unisce”. Altre tre mozioni saranno presentate al congresso nazionale, rispettivamente di Mussi, Salvi e Bandoli. In sostanza la divergenza principale verte sulla considerazione della Federazione dell’Ulivo: per Fassino è centrale, per gli altri, in particolare Mussi e Salvi, no.

 

Stefano Tosi, coordinatore provinciale dell’Ulivo, ha presentato le iniziative che si terranno a Varese e provincia: «Nei tre mesi e mezzo che ci separano dal congresso nazionale di Roma organizzeremo congressidelle unità di base a novembre, delle federazioni provinciali a dicembre e delle federazioni regionali a gennaio 2005. In provincia di Varese si terranno circa 50 appunatamenti congressuali, che culmineranno nel congresso provinciale che si terrà a Varese il 17 e 18 dicembre. Vogliamo essere vicini alla base, avere il contatto con il territorio, dare ai cittadini e agli elettori la sensazione di essere uniti e vincenti. Per raggiungere maggiore unità un passo fondamentale sarà quello della federazione dell’Ulivo, vera priorità: SDI e repubblicani europei hanno già aderito, mi auguro che anche la Margherita faccia questo passo. Riprendendo Fassino posso dire che è centrale la volontà di presentare la Lista Unitaria alle prossime regionali rappresentandone il cuore riformista e socialista».

 

Daniele Marantelli, consigliere regionale Ds, ha sottolineato il clima mutato rispetto al 2001: «Al congresso di Pesaro, tre anni fa, si respirava aria di sconfitta. Oggi è diverso: non si perde dal 2002, il 7 a 0 delle suppletive, dopo la vittoria delle provinciali, ci dà una carica enorme. Siamo convinti che non si debba gettare alle ortiche l’unità che ci ha permesso di vincere più volte, e anche che il riformismo e la spinta innovatrice debba rappresentare una base forte e condivisa».

 

La discussione sulla mozione avrà il suo primo appuntamento pubblico mercoledì 3 novembre alle 21 nella sede Ds. Parteciperà la dirigenza dei Ds varesini: Tosi, Marantelli, Marzaro, Ripamonti, Fortis, Molinari, Leotta, Carignola, Intrieri, Maggioni e Azzali. Saranno presentati i punti chiave della mozione Fassino su politica internazionale, leadership e sfida per il governo del Paese. «La sensazione – conclude Manolo Marzaro, segretario provinciale dei Ds – è che la gente condivida le nostre istanze. L’unità è fondamentale, la federazione dell’Ulivo l’obiettivo a cui dobbiamo giungere».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.