«Il “Mercato del Forte” è un danno per gli ambulanti locali»

La Confcommercio varesina interviene sull’organizzazione del mercatino di Forte dei Marmi in programma domenica

In merito alla svolgimento del mercatino denominato “Mercato del Forte” previsto per domenica 31 ottobre a Lavena Ponte Tresa, la Fiva Confcommercio interviene ancora una volta «per sottolineare come non vengano assolutamente rispettate le normative regionali in vigore in materia di commercio su area pubblica» spiegano dall’associazione.

 

In particolare, in una lettera inviata al Comune di Lavena Ponte Tresa in data 25 ottobre, dal coordinatore provinciale Fiva, Vincenzo De Santis, precisa, con riferimento al provvedimento del Comune, che «in primo luogo, si accenna all’istituzione di manifestazioni folcloristiche e, come noto, tale competenza è da demandare agli Enti Locali (Pro Loco, Amministrazione Comunale, ecc.) mentre per quanto riguarda l’istituzione di un nuovo mercato, la Legge Regionale tutt’ora in vigore, non ne consente la realizzazione nei tempi e nelle modalità da voi nell’occasione assunte».

Il coordinatore Fiva prosegue affermando che «le incongruenze riscontrate oltre che per l’oggettiva irregolarità, risultano dannose per la categoria da noi rappresentata. Queste scelte arbitrarie – prosegue nella lettera De Santis – a non rispettose delle normative provocano evidenti ripercussioni negative alla categoria ed a tutto il sistema delle imprese commerciali».

L’aspetto più rilevante che Fiva vuole porre in evidenza è «la concorrenza che gli ambulanti del mercato straordinario eserciterebbero nei confronti degli ambulanti del sabato, già duramente penalizzati dalla persistente stagnazione economica e dalla rilevante diminuzione dei clienti svizzeri».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.