Il mercato del lavoro tra la Svizzera e l’Italia

Approfondimento alle Ville Ponti sul futuro dell’area Insubrica

Il mercato del lavoro tra la Sizzera italiana e le province italiane di confine, quelle dell’area insubrica. Se ne parlerà durante la giornata di studi prevista per giovedì 28 ottobre nelle sale del Centro Congressi “Ville Ponti” di Varese. L’occasione per affrontare l’argomento sarà la presentazione dell’Annuario Statistico Integrato del Mercato del Lavoro dell’Area Transfrontaliera Insubrica, un’opera frutto della collaborazione fra l’Istat (Istituto italiano di statistica) e l’Ustat (Ufficio di statistica del Canton Ticino) e realizzata nell’ambito del progetto europeo Interreg III.

Dopo il saluto del presidente della Camera di Commercio varesina Angelo Belloli, il programma prevede l’intervento di Marina Masoni, consigliere di Stato del Canton Ticino, la relazione di Giovanni Cariani, direttore degli Uffici Regionali dell’Istat, e la presentazione del progetto a cura di Fabio Losa (Ustat) e di Lia Coniglio (Istat). Un’analisi dei dati sarà poi proposta da Alberto Bramanti (Università Bocconi) mentre le conclusioni della giornata di studio sarà affidata a Bruno Paccagnella, dirigente Istat di Milano.

«L’iniziativa giunge proprio mentre è in atto il processo, dettato dagli Accordi Bilaterali, di liberalizzazione della circolazione delle persone tra Confederazione Elvetica e Paesi dell’Unione Europea – spiegano dalla Camera di Commercio di Varese - e vuole, in primis, dare al pubblico la possibilità di conoscere quei contenuti e quelle operazioni metodologiche che hanno permesso l’allestimento delle oltre duecento tavole che compongono l’Annuario Statistico. Ma il convegno si propone anche d’offrire, attraverso la lettura socio-economica di alcuni degli indicatori presenti nel volume, una conoscenza comparata e integrata dell’area insubrica e delle sue componenti».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.