Il museo all’aperto salva la tradizione del grà

Il 23 e il 30 ottobre si potranno degustare le castagne bianche

Salvare una tradizione, quella delle castagne essiccate, è l’obiettivo, centrato, dal comune di Brinzio. Il 23 ottobre, infatti, verrà inaugurato il museo all’aperto nei pressi della vecchia cascina, anch’essa facente parte del museo, dove un tempo si preparavano delle castagne particolari. In parte grazie al comune e in parte grazie ai finanziamenti Interreg III, all’interno del parco Campo dei Fiori è nato questo museo basato su questa antica tradizione che, un tempo, teneva in piedi l’economia della zona e sulle bellezze naturali offerte dal bosco di castagni e non solo. La grà, una specie di graticola particolare e di dimensioni abbastanza grandi, serviva a far essiccare le castagne con il fumo della brace e prende questo nome dalla festività di San Grato, che cadeva il 7 settembre. Le castagne essiccate potevano essere, così, conservate più a lungo e utilizzate anche per tutto l’inverno. Dopo l’essiccazione le castagne venivano battute per fargli perdere la buccia e da qui le castagne bianche che venivano mangiate col latte. . Ma la tradizione del grà non è solo del Brinzio, infatti grazie al progetto Interreg III Brinzio si è gemella ta con la regione ticinese del Malcantone dove la tradizione era molto diffusa. . Il procedimento di essiccazione dura venti giorni ed è già iniziato. Alla grà di Brinzio sono stati messi, in questi giorni, ad essiccare alcuni quintali di castagne che poi, a fine processo, verranno distribuite all’inaugurazione del museo del 23 ottobre e alla festa della castagna vera e propria che si terrà il 30 di ottobre. La piccola tradizione, finalmente, è salva e torna protagonista nelle rievocazioni storiche del paese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.