Inaugurato il primo centro studi africano contro il terrorismo

Creato su iniziativa dell’Unione Africana(Ua) “innanzitutto per rinforzare la cooperazione su questo tema tra i Paesi del continente”

“L’Africa non diventi un vivaio del terrorismo, che ha già colpito il nostro continente”: lo ha detto il presidente algerino Abdelaziz Bouteflika inaugurando oggi nella capitale il primo Centro africano di studi e ricerche sul terrorismo, a margine di una conferenza internazionale sulla lotta a questo fenomeno. “Potrebbe ricostruire (sul territorio africano) le sue reti, approfittando della circolazione illegale di armi provenienti dalle zone di conflitto, dell’estensione e della permeabilità delle frontiere e delle situazioni di miseria e disperazione umana sfortunatamente ancora troppo diffuse in Africa” ha aggiunto Bouteflika. Il Centro studi anti-terrorismo inaugurato oggi è stato creato su iniziativa dell’Unione Africana (Ua) “innanzitutto per rinforzare la cooperazione su questo tema tra i Paesi del continente” ha detto ancora il capo di Stato algerino, per “l’aiuto e l’assistenza nella lotta contro i finanziamenti del terrorismo e l’identificazione dei suoi sistemi di approvvigionamento delle armi”. Al suo interno lavoreranno un ventina di esperti; sarà finanziato dall’Ua, con l’aiuto di Unione Europea, Nazioni Unite e Usa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.